QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le maschere proteggono dal corona, anche se non sono indossate in modo completamente corretto

Nei loro calcoli del rischio di contaminazione, il team ha preso in considerazione una serie di fattori che non erano stati precedentemente inclusi in studi simili. Ad esempio, gli scienziati hanno studiato come il contatto scorretto delle maschere riduce la protezione e come prevenirlo.

“I materiali delle maschere FFP2 o N95 e alcune maschere chirurgiche filtrano l’aria in modo molto efficace”, ha affermato Bagheri. “Quindi il rischio di contaminazione è dominato dall’aria che entra e fuoriesce dai bordi della maschera”. Questo accade quando il bordo della maschera non è vicino al viso.

In esperimenti approfonditi, Bagheri, Bodenschatz e il loro team hanno misurato le dimensioni e il numero di particelle che fluirebbero lungo i bordi della maschera se non fossero posizionate correttamente.

“La maschera si adatta molto bene alla forma del viso se pieghi la striscia di metallo in una “W” rotonda prima di indossarla”, ha detto Bodenschatz. “Quindi le particelle di aerosol infettive non saranno in grado di superare la maschera e i tuoi occhiali non evaporeranno più”.

Il team ha anche tenuto conto del fatto che le goccioline che le persone diffondono quando respirano o parlano diventano più secche e leggere nell’aria. Ciò significa che rimangono nell’aria più a lungo, ma hanno anche una maggiore concentrazione di virus rispetto a goccioline di uguali dimensioni subito dopo essere state rilasciate. Quando vengono inalate, le particelle assorbono l’acqua e cambiano dimensione, facilitando la loro sedimentazione nelle vie respiratorie.

READ  L'impegno di quarantena olandese minaccia in Austria: "Ecco la stagione sciistica" Coronavirus Cosa devi sapere