QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Only Elvis Alive” riesce miracolosamente a portare conversazioni vulnerabili senza cadere nel voyeurismo

“Only Elvis Alive” riesce miracolosamente a portare conversazioni vulnerabili senza cadere nel voyeurismo

Paul Notelteirs si concentra sull’infinito. Oggi: Solo Elvis sopravvive.

Paolo Nautilters

In un panorama mediatico frenetico in cui la capacità di attenzione raramente supera la durata di un video TikTok, i formati TV più classici sembrano spesso i più rivoluzionari. “Non posso dirlo in un’intervista”, ha detto l’attrice e regista Fairly Baetens nell’episodio di apertura della nuova stagione della serie. Solo Elvis sopravvive Ingrandisci la storia della sua famiglia. È una confessione sorprendente che spiega perfettamente perché lo spettacolo di interviste ha avuto così tanto successo nel placare anche gli ospiti sospettosi e reticenti per un decennio.

I nove segmenti fotografici autoselezionati danno loro la possibilità di impostare in anticipo il tono della conversazione, ma non ci sono tabù sul tavolo con il presentatore Thomas Vanderveken. Per un’ora e mezza chiede loro della vita e del lavoro, il che è emozionante per entrambe le parti. Non c’è niente di più intimo che parlare di storie che hanno toccato e influenzato qualcuno. Il programma riesce meravigliosamente a presentare conversazioni vulnerabili e personali senza cadere nel voyeurismo.

A Solo Elvis sopravvive VRT Canvas non ha inventato l’acqua calda: il concetto di serie è quasi identico a quello di una serie di lunga data Ospiti estivi Su VPRO. Sebbene nella versione olandese gli ospiti abbiano tre ore per raccontare la loro storia, il programma di Vanderveken non sembra una versione più leggera o più profonda di ciò che accade altrove. La pressione del tempo tiene sulle spine il conduttore e i suoi ospiti e lo spettatore va a letto soddisfatto senza appesantirsi.

Solo Facebook È anche un po’ più divertente di Ospiti estivi, dove gli intervistati a volte sentono il bisogno di dimostrare di essere persone serie e con un vocabolario ampio. Ad esempio, dopo una parte del video della canzone “Bad”, Baetens sale su un tavolo per dimostrare che può camminare sulla luna. Meno di mezz’ora dopo, le lacrime le rigavano le guance mentre mostrava una clip di un film sulla relazione speciale tra un uomo depresso e un polipo. “Puoi mangiare carne, ma devi sapere che si tratta di una persona. Per me, un animale è una persona, non una cosa”, afferma. La capacità dello spettacolo di incarnare due energie molto diverse in modo flessibile e onesto dimostra come speciale è lo spazio creato dagli editori.

READ  Turista belga (54 anni) scomparsa per tre giorni dopo aver camminato alle Azzorre | Notizia

Una parte importante del successo della serie spetta a Vanderveken, che come presentatore è empatico ma allo stesso tempo capace di stabilire collegamenti chiari. Commercialmente, potrebbe trovare più successo con spettacoli come Verificatori di fatti O Per gli stessi soldiMa in Solo Elvis sopravvive Viene da solo. Come intervistatore, merita tutti gli elogi per come distilla gli aneddoti personali e professionali degli ospiti per creare un ritratto equilibrato e sfaccettato. Dall’eurodeputata Asita Kanko, che ha raccontato come i terribili eventi della sua giovinezza hanno influenzato il suo successivo impegno politico, all’attrice Maike Kaffmeier, con una storia intima sull’abuso di potere: le varie interviste hanno lasciato un ricordo indelebile.

Dieci anni dopo, Vanderveken e il suo team hanno dimostrato il potere di una buona conversazione. E che tutti abbiano una bella storia, a patto che vengano ascoltati.

Solo Elvis sopravvivevenerdì alle 21:30 su VRT Canvas