QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Perché il diciannovenne Stan Van Samang non poteva semplicemente andare a Lloret de Mar per una settimana?”  Abbiamo sentito Coby Elsen pensare

“Perché il diciannovenne Stan Van Samang non poteva semplicemente andare a Lloret de Mar per una settimana?” Abbiamo sentito Coby Elsen pensare

Peter Dumont si concentra sull’infinito. Oggi: Il mio primo viaggio.

Pietro Dumont

Cobi Elsen sapeva già con quali personaggi famosi fiamminghi avrebbe potuto viaggiare in questo nuovo programma? Cosa porteranno? Questa è una domanda che è stata posta durante la prima puntata di Il mio primo viaggio Ci è passato per la mente più volte. In quel primo episodio, il compagno di Elsen risulta essere Stan Van Samang. Finora non c’è niente che non va. Ma chiaramente la destinazione del viaggio, e soprattutto quello che Van Samang voleva fare lì, non corrispondeva esattamente al modo in cui Elsen trascorreva solitamente i suoi giorni di vacanza.

Quando aveva diciannove anni, si scoprì che Van Samang aveva percorso la Wicklow Way, un percorso di 127 chilometri attraverso il Parco nazionale irlandese dei Monti Wicklow. Un’esperienza che ha voluto condividere con Elsen venticinque anni dopo. Ma nel negozio del campeggio dove i due hanno rapidamente fatto scorta di materiali e provviste, è diventato chiaro che l’entusiasmo per l’imminente spedizione era in qualche modo unilaterale. “Non stiamo lasciando la civiltà alle spalle, vero?” chiese Elsen con un leggero panico nella voce mentre il suo compagno cominciava eccitato a prendere i sacchetti di pasti disidratati dagli scaffali. “Perché il diciannovenne Stan Van Samang non poteva semplicemente andare a Lloret de Mar per una settimana, come i suoi amici?” L’ho sentito pensare.

Elsen riusciva a malapena a nascondere il suo disgusto per la formula di viaggio scelta nella voce fuori campo. “Un viaggio attraverso aree in gran parte disabitate”, ha detto. “Non ci sono quasi ristoranti o alberghi lungo la strada. Quindi, campeggiare con la “A” maiuscola. Questa zona disabitata non sembra certo un’esagerazione. In effetti non c’era molto da fare lungo la Wicklow Way. Per fare c’è di peggio, Van Samang Dopo pochi metri annunciò che preferiva percorrere quella famosa strada da solo e in completo silenzio: un’altra frustrazione per Elsen, che aveva fatto i compiti e diceva di avere almeno un centinaio di domande. “Perché non possiamo andare a Lloret de Mar?” Lo abbiamo sentito pensare un po’ più forte.

READ  Jonatan Medart offre un appello sentimentale: "Smettila di fotografarmi in quel modo" | BV

Per ammazzare un po’ il tempo, i due passarono accanto a un luogo dove Fan Samang si era accampato venticinque anni prima, ma non era più consentito. Superarono una cascata che anche Van Samang aveva visto venticinque anni prima e scattarono una foto a un ponte che era lì da venticinque anni. Indubbiamente, tutti i momenti salienti personali di Fan Samang lo sono, ma per lo spettatore meno impegnato, i momenti televisivi non lasciano né freddo né caldo.

Sebbene queste opportunità fotografiche abbiano dato a Elsen l’opportunità di porre a Fan Samang alcune delle sue 100 domande. È stata posta anche l’unica domanda che tutti stavano aspettando. Anche se dovette aspettare che Elsen si trovasse più o meno in un territorio familiare. Solo quando è stato possibile accamparsi accanto a un pub, dove c’era un minimo di conforto sotto forma di pinte fresche, si è discusso delle foto di nudo che hanno spinto Van Samang prima sotto i riflettori e poi irrimediabilmente fuori da essi. La conversazione che seguì, che durò molto tempo, fu uno dei pochi momenti duraturi dell’episodio. “Sarebbe stato molto più semplice a Lloret de Mar”, abbiamo sentito pensare Elsen un’ultima volta.

Ogni giovedì intorno alle 20:45 su VRT 1.