QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Prima un autoesame, poi una festa illegale nel bosco

Prima un autoesame, poi una festa nel bosco (Foto: Joris Van Duen).

Prima un autotest per il coronavirus, poi una festa illegale nel bosco. In questo modo, i gruppi di persone si assicurano di potersi incontrare di nuovo. Tuttavia, secondo RIVM, ciò fornisce un falso senso di sicurezza, poiché i risultati del test non sono molto affidabili. Rapporto da una festa forestale illegale nel Brabante centrale.

Foto del profilo di Joris Van Doyne
scritto da

Joris Van Duyen

Ferry guarda il suo telefono con sollievo. Immagini di risultati di autotest negativi fluiscono attraverso WhatsApp. Stasera, i risultati del test Corona costituiscono i biglietti d’ingresso per una festa notturna nel bosco, da qualche parte nel mezzo della nostra contea. “In questo modo possiamo organizzare una festa in sicurezza. È anche fuori. Abbiamo davvero bisogno di uno sfogo”, sembra. “Molti giovani stanno attraversando tempi difficili”.

Con un co-organizzatore unico, Verry * prepara tutto: luci colorate che ricordano le luci di Natale e i raggi di luce blu-verdi che illuminano gli alberi. Gli altoparlanti forniscono ritmi fumanti. C’è spazio per un ballo a sinistra. A destra c’è un’ampia fossa, che ricorda una sorta di teatro per via delle scale laterali. Al centro ci sono tronchi d’albero davanti a un falò, dove le persone spaventose possono passare la notte a chiacchierare. L’ambiente perfetto per una festa nella giungla.

“Sono persone che conosciamo, quindi ci fidiamo di loro”.

Partecipano trenta conoscenti e amici invitati su cinquanta. “Caldo,” dice Fred. “Non occupato”. Quasi tutti mantengono la parola data e all’arrivo mostrano un’immagine di prova negativa. Non è del tutto certo se lei sia davvero la loro. “Sono persone che conosciamo, quindi prendiamo la loro parola in questo modo.”

Tre donne vengono esaminate subito. Questo è un gioco da ragazzi e può essere acquistato in quasi tutti i supermercati. Girano il batuffolo di cotone su se stessi a 2,5 cm dalla profondità del naso quattro volte in cerchio. Lo mescolano con il liquido di prova in una provetta e quattro gocce di esso dovrebbero essere posizionate sul kit di prova. Dopo quindici minuti il ​​risultato è stato: negativo.

Festa illegale nella giungla (Foto: Joris Van Doyen).
Festa illegale nella giungla (Foto: Joris Van Doyen).

Quello che sta succedendo qui non è isolato. Diversi gruppi di amici si incontrano in questo modo e si scopre dopo la domanda nei circoli privati. Persone che festeggiano il loro compleanno in una cerchia familiare o amici che non si vedono in gruppi più numerosi da molto tempo. La loro ipotesi: vedersi dopo un autotest è un rischio accettabile.

Ma quanto è giustificato ciò? Il portavoce della RIVM è furioso. “Questi autoesami non sono affatto destinati a questo. Le persone che fanno questo per festeggiare creano un falso senso di sicurezza se poi abbandonano altre regole dell’aura come mantenere le distanze. Allora c’è una reale opportunità per ampliare i cluster della corona. È egoista. “

“È possibile ottenere un risultato negativo del test in modo errato e quindi trasmettere l’infezione ad altre persone inosservate.”

Secondo il RIVM, la falsa sicurezza sta nel fatto che i risultati sono più inaffidabili rispetto, ad esempio, ai test eseguiti dai GGD. “Un autotest negativo è in media del 30 percento meno affidabile rispetto ai test PCR per GGD. Quindi si perde il 30 percento dell’infezione. Quindi si può ottenere un risultato negativo del test, ma si possono infettare altre persone inosservate.”, L’altoparlante . Per questo motivo, RIVM consiglia: Dopo aver eseguito un autotest negativo, attenersi alle regole di base, come fissare un appuntamento con un massimo di due persone al giorno.

Un risultato di autotest negativo (Foto: Joris Van Duen)
Un risultato di autotest negativo (Foto: Joris Van Duen)

Il team di gestione dell’epidemia, che consiglia il gabinetto sulla crisi del coronavirus, afferma che un test a casa negativo non fornisce una “certezza” che la persona testata sia infetta o meno: “Non è concessa una licenza per rinunciare alle procedure di base”, ha scritto OMT . Consigli.

Ma cosa sono questi autotest – che ora possono essere acquistati in quasi tutti i supermercati per pochi euro -? Il sito web del governo olandese afferma: Per le persone che devono andare a scuola, lavorare o visitare qualcuno a rischio di contrarre una grave malattia dal Coronavirus. Un portavoce di RIVM conferma che non è certo celebrato con noncuranza come se il Coronavirus non esistesse.

Torna alla festa nella giungla. Tieniti a un metro e mezzo di distanza? Invece di un decimetro e mezzo. Accogliersi a vicenda con una stretta di gomito? Qui contano gli abbracci calorosi. Le misure Corona non si applicano nella foresta in fiamme. Qua e là l’estasi scompare nella bocca di qualcuno. Le lattine di birra sorseggiano freneticamente.

Una festa illegale nella giungla (Foto: Joris Van Doyen)
Una festa illegale nella giungla (Foto: Joris Van Doyen)

Poche persone vanno in pista da ballo. Crepitii ardenti su un falò. Chi si trova nelle loro vicinanze non è infastidito dalla temperatura che si avvicina al punto di congelamento. I palloncini di protossido di azoto sono molto richiesti.

“Non siamo così affollati qui come il Giorno del Re ad Amsterdam o nei parchi.”

Ragazzi e ragazze si attaccano l’uno all’altra. Dicono tranquillamente. Inaffidabile, secondo RIVM.

Sarà un dolore per i presenti. Dopo un anno pieno di regole Corona, hanno bisogno di un viaggio dalla realtà. “Siamo fuori, il che significa che ci sono molte meno possibilità di inquinamento che all’interno. Non siamo ammassati uno sopra l’altro qui come è il Giorno del Re ad Amsterdam. Questi autotest sono una sorta di controllo. Lo facciamo con la massima responsabilità possibile. “dice Fred.

Alle cinque e mezza è l’alba nel buio. I rifiuti vengono puliti. È ora di tornare a casa, sperando che l’autotest e l’aria fresca forniscano una protezione adeguata.

* Fred e Ferry sono nomi falsi. Le loro identità sono note agli editori.

L’app per noi!
Hai visto un bug o un commento su questo articolo? Allora contattaci.

In attesa delle impostazioni sulla privacy …

READ  Sony Xperia 5 III con teleobiettivo variabile