QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Quale asciugatrice scegliere?  Quanto costa asciugare la biancheria oggi?  Consigli condivisi dagli esperti: “Le asciugatrici a pompa di calore sono il nuovo standard” |  La mia guida

Quale asciugatrice scegliere? Quanto costa asciugare la biancheria oggi? Consigli condivisi dagli esperti: “Le asciugatrici a pompa di calore sono il nuovo standard” | La mia guida

LivioDal 1° marzo 2021 è entrata in vigore una nuova rigorosa etichetta energetica per lavatrici, lavasciuga combinate, frigoriferi, congelatori e lavastoviglie. Gli essiccatori utilizzano ancora oggi etichette datate, il che può causare confusione. Quanto consuma effettivamente un’asciugatrice al giorno d’oggi? Come è possibile utilizzare il dispositivo nel modo più efficiente possibile dal punto di vista energetico? Cantiere Livio Chiedi consiglio a Chris Hellebuyck di Millie.

Quanto sono economici gli essiccatori oggi?

“Il consumo di un’asciugatrice non dipende solo dall’apparecchio, ma anche dalle fluttuazioni dei prezzi dell’energia”, afferma Hellebuyck. “Ora prendiamo una macchina base da 7 kg, che utilizza circa 1,45 kWh per ciclo di asciugatura, a seconda delle impostazioni. Poi paghi una tariffa energetica, diciamo, di 0,35 euro per kWh, che è mezzo euro per asciugare i vestiti.

Ci sono modi per ridurre i consumi. Se ad esempio disponi di pannelli solari, non dovrai utilizzare la rete elettrica e il tuo bucato asciugherà gratis. Hellebuyck condivide altri suggerimenti. “Scegli un dispositivo con WiFi”, consiglia. “Poi ricevi un segnale quando il bucato è asciutto, monitori i consumi, hai il manuale a portata di mano, ricevi consigli utili e, se si verifica un problema, Miele può aiutarti più facilmente.” Oppure fai un ulteriore passo avanti e collega gli elettrodomestici a un sistema di gestione dell’energia. “Il sistema EMS scalderà l’acqua nel minor tempo possibile, alimenterà elettrodomestici o caricherà un’auto elettrica, ad esempio. In questo modo è possibile evitare il consumo simultaneo di diversi elettrodomestici e mantenere i costi energetici il più bassi possibile. Lo Smappee belga di Harelbeke è un esempio di tale sistema di gestione ambientale.

READ  Il Belgio blocca 58 miliardi di euro di asset russi, l'importo più alto tra tutti gli Stati membri europei | Guerra Ucraina e Russia

Cosa rivela l’etichetta energetica? Scopri rapidamente tutto ciò che devi sapere al riguardo.

Asciugatrice a pompa di calore

L’ultima generazione di asciugatrici è quella a pompa di calore. Circa sette belgi su dieci scelgono un dispositivo del genere quando acquistano una nuova asciugatrice. “Un’asciugatrice a pompa di calore soffia aria calda attraverso la biancheria. Questo calore viene estratto dall’aria circostante. Confrontalo con l’effetto inverso di un frigorifero. “È più rispettoso dell’ambiente e utilizza metà dell’energia rispetto agli elettrodomestici più vecchi”, afferma Hellebuyck. ” Un ulteriore vantaggio di un’asciugatrice a pompa di calore è che esistono programmi che utilizzano temperature più basse ed è quindi più sicura per i capi delicati. Possiamo dire che le asciugatrici a pompa di calore sono diventate il nuovo standard.

Quanto si paga per un’asciugatrice a pompa di calore? “A partire da 1.049 euro puoi acquistare un dispositivo molto resistente che asciuga i tuoi vestiti in modo molto efficiente dal punto di vista energetico”, si legge nel messaggio.

Suggerimenti per la tua asciugatrice

Hellebuyck conclude con alcuni consigli per asciugare in sicurezza il bucato nell’asciugatrice. “Non mettere la biancheria bagnata nel cestello. Maggiore è la velocità di centrifuga alla fine del lavaggio, più asciutto uscirà il bucato dalla macchina e maggiore sarà l’energia risparmiata durante l’asciugatura”, consiglia Hellebuyck. «Come con una lavatrice, scegliete il programma corretto in base al tipo di tessuto, ai codici presenti sullo scontrino di manutenzione e al grado di asciugatura richiesto», prosegue. La funzione “Extra Asciutto” è destinata alla biancheria spessa composta da più strati. Selezionare l’opzione “Asciugatura Cabboard” per la biancheria che può restringersi, ad esempio capi di cotone leggero, e scegliere “Stiratura” se si desidera stirare la biancheria dopo l’asciugatura È necessario lavare bene separatamente i nuovi tessuti colorati prima della prima asciugatura.

READ  Il Belgio è il paese più vaccinato dell'UE: "Nuovi allentamenti possono essere discussi nel seguente comitato consultivo" | interni

Anche l’asciugatrice stessa ha un effetto. “Consiglio di scegliere un dispositivo che rilevi l’umidità residua nella biancheria e ricalcoli dinamicamente la durata del programma”, conclude Hellebuyck.

Asciugatura gratuita grazie ai pannelli solari? Leggi tutto sul prezzo di costo, sul premio e sul periodo di rimborso qui.

© Millie

Dilemma: “Ho inserito la tariffa di capienza e non ho ancora il contatore digitale. Lo installo prima oppure no?”

Monitorare il consumo energetico: come farlo da soli? Un esperto dà consigli

La condivisione dell’energia è in aumento: come funziona? Puoi risparmiare sulla bolletta energetica?

Questo articolo è stato scritto dal nostro partner Livios.be. Livios.be è un sito specializzato focalizzato sulla costruzione e ristrutturazione.