QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Questo è il mistero dietro la tragica morte della star di Hollywood Bruce Lee Gente famosa

Gente famosaI medici credono di aver scoperto il mistero dietro la morte dell’artista e attore cino-americano Bruce Lee. Morì il 20 luglio 1973, all’età di 32 anni, per gonfiore al cervello. I medici ora credono che l’edema cerebrale sia il risultato di bere troppa acqua.

“Il rene di Bruce Lee non era in grado di espellere l’acqua in eccesso”, hanno scritto i ricercatori sul Clinical Kidney Journal. Ironia della sorte, Bruce ha reso famoso il detto “Sii acqua, amico mio”, ma l’acqua in più sembrava ucciderlo alla fine. A quel tempo, i medici pensavano che il gonfiore del cervello fosse causato dall’antidolorifico. Ma quasi 50 anni dopo, la ricerca mostra che l’icona Enter the Dragon potrebbe essere morta per iponatriemia. Secondo la Mayo Clinic, questo può essere causato da troppa acqua o liquidi nel corpo.

Gli scienziati affermano che la star di Hollywood ha molteplici fattori di rischio per la carenza di sodio. Il consumo di cannabis gli ha fatto venire sete più rapidamente e gli ha fatto bere molta acqua. Inoltre beve regolarmente alcolici e assume farmaci su prescrizione. La moglie di Bruce ha anche ammesso che spesso si nutriva di una dieta a base di liquidi, come carote e succo di mela. La combinazione di questi fattori può aver causato danni ai reni e ridotta capacità dei reni di espellere l’acqua.

Teorie sulla sua morte

Le nuove scoperte dei ricercatori sono ben lontane da ciò che la gente aveva ipotizzato sulla sua morte. Secondo la teoria più diffusa, l’attore avrebbe sviluppato una reazione allergica all’antidolorifico ricevuto dall’attrice Betty Ting Pei. Secondo altri, la sua morte sarebbe stata il risultato di un colpo di calore, combinato con l’epilessia. Altri ancora sono convinti che la mafia cinese abbia ucciso Bruce. D’altra parte, i sostenitori delle arti marziali credono che abbia ricevuto un colpo di kung fu che lo avrebbe ucciso solo pochi giorni dopo. Sebbene la teoria più fantastica fosse la “maledizione della famiglia li”. Funziona così: poiché Bruce è nato dopo la morte di suo figlio, secondo la superstizione cinese, deve essere chiamato con un nome femminile. Questo ingannerebbe gli spiriti maligni. Così i suoi genitori lo battezzarono Sai-Fon (“Piccola Fenice”). Ma quando Bruce ha iniziato a recitare, ha preferito il suo cognome maschile Xiaoling (“Little Dragon”). Secondo la leggenda, ha attivato la maledizione.

READ  Amber Heard risponde per la prima volta dopo la causa: "Non pensi che fosse giusto?" | celebrità

Leggi anche:

I più grandi misteri di Hollywood (finale): una malvagia maledizione si è abbattuta su Bruce Lee e suo figlio Brandon? (+)

Un combattente di MMA vuole dimostrare che il kung fu cinese “imbroglia” e lascia intatto un misterioso discendente di Ip Man, il mentore di Bruce Lee.

La figlia di Bruce Lee ordina milioni dalla catena cinese di fast food