QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Recensione del Samsung Odyssey Neo G9 G95NC da 57 pollici

Brevemente

L'Odyssey Neo G9 57G95NC era un enorme monitor da gioco, poiché era costituito da due display 4K da 32 pollici incollati insieme in un pannello da 57 pollici, curvato in modo aggressivo con una risoluzione di 7680 x 2160 pixel. Il precedente schermo “superwide” aveva una diagonale di 49 pollici con una risoluzione massima di 5120 x 1440 pixel. Il 57G95NC offre un'esperienza davvero eccezionale con giochi decenti, ma stai pagando molto per le specifiche uniche e anche i PC più veloci sono a malapena adatti a questo monitor. In termini di dimensioni e risoluzione, anche il display del 57G95NC non è il migliore tuttofare, ad esempio, i tempi di risposta sono più lenti rispetto ai precedenti display ultrawide Samsung da 49 pollici, e quindi nettamente più lenti di quelli dei display OLED. La regolazione del colore sembra essere ragionevolmente buona per i contenuti sRGB, ma meno per i contenuti HDR, anche se per il resto lo schermo ha le caratteristiche giuste per un buon contenuto HDR. L'uniformità del campione testato sembra essere tutt'altro che eccezionale, gli angoli di visualizzazione sono piuttosto scarsi e al set di funzionalità mancano ancora alcune cose che avrebbero potuto renderlo un display completamente completo, come una porta USB-C multifunzione.

I tossicodipendenti dicono: innovazione

La redazione di Tweakers propone spesso display speciali, ma il Samsung Odyssey Neo G9 57G95NC è uno di quei display che attira molta attenzione. Le caratteristiche e le specifiche di questo monitor da gioco sono sorprendenti sotto ogni aspetto. Lo schermo LCD VA ha una diagonale di almeno 57 pollici, o 145 cm da un angolo all'altro, con un pannello curvo 1000R che si ripiega attorno all'intero campo visivo. Anche se ora è stato annunciato un concorrente sotto forma di Acer Z57, l'Odyssey Neo G9 57G95NC, apparso per la prima volta nelle notizie all'inizio del 2023, rimane al momento l'unico monitor disponibile in queste dimensioni.

READ  Uno smartphone completo con extra premium

Il display dell'Odyssey Neo G9 57G95NC è ultra-wide, il che significa che lo schermo ha un rapporto molto più ampio rispetto ai tipici display 16:9. In questo caso, il rapporto d'aspetto è 32:9, il che rende lo schermo largo quanto due normali schermi uno accanto all'altro. I superwide sono ancora distintivi, ma sono più comuni oggi rispetto a qualche anno fa. Ora ci sono quasi cinquanta monitor ultrawide su Pricewatch, di tutti i tipi di produttori e con opzioni di pannello da IPS a QD-OLED.

Samsung è stato il primo produttore a lanciare un telefono ultra-wide: il C49HG90 del 2017. Come molti modelli attuali, questo aveva una diagonale da 49 pollici, ma con una risoluzione di 3840 x 1080 pixel, dove erano presenti due display 1080p da 27 pollici. incollati insieme per creare un pannello. Al giorno d'oggi, una risoluzione di 5120 x 1440 pixel è comune per display di queste dimensioni, rendendo la superficie e la nitidezza identiche a due display da 27 pollici con una risoluzione di 2560 x 1440. L'Odyssey Neo G9 57G95NC fa il passo successivo: questo display è l'equivalente di due display 4K da 32 pollici in uno. Ciò significa che il Neo G9 57G95NC non solo è più alto e più largo di un monitor ultrawide standard da 49 pollici, ma mostra anche un'immagine più nitida. L'altissima risoluzione di 7680 x 2160 pixel pone requisiti altrettanto elevati alla tua configurazione; Anche la scheda video consumer più potente al momento, la Geforce RTX 4090 di Nvidia, non riesce ancora a controllarla in modo ottimale. In questa recensione discutiamo anche dei frame rate che potete aspettarvi. Spoiler: Nei giochi più impegnativi il valore non è molto alto nemmeno con le carte più alte.

READ  Aggiornamento della sicurezza Android luglio 2022: 33 vulnerabilità della sicurezza risolte

Oltre alle dimensioni enormi e all'alta risoluzione, l'Odyssey Neo G9 57G95NC ha molte altre caratteristiche speciali. I display OLED sono stati rilasciati sempre più recentemente, ma Samsung ha scelto un pannello LCD di tipo VA per questo display. Questo supporta una frequenza di aggiornamento massima di 240Hz, proprio come il precedente modello di punta di Samsung, l'Odyssey Neo G9 49AG950. Dietro il pannello è presente una retroilluminazione micro LED con circa 2.400 zone di attenuazione locale, che promette una luminosità di picco di almeno 1.000 cd/m² durante la visualizzazione HDR. Si paga parecchio per tutta questa bellezza: nel momento in cui scriviamo l'Odyssey Neo G9 57G95NC costa circa 2.500€. Si tratta di circa il doppio di quello che stai pagando attualmente per il vecchio Odyssey Neo G9 49AG950, e ci sono molti altri ottimi monitor là fuori che costano molto meno.