QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Sonos sta lavorando sul proprio assistente intelligente

Almeno questo è ciò che dicono le fonti coinvolte nel progetto il bordo† L’assistente vocale è quasi pronto e sarà probabilmente utilizzato negli Stati Uniti a partire dal 1 giugno.

Infine, tutti i prodotti Sonos che utilizzano il software S2 in tutto il mondo dovrebbero avere accesso all’assistente intelligente. Da tempo è possibile utilizzare gli assistenti vocali concorrenti Amazon Alexa e Google Assistant tramite gli altoparlanti intelligenti dell’azienda.

Ehi Sonos!

L’assistente si chiamerà semplicemente Sonos Voice. Gli utenti possono “svegliare” l’assistente rivolgendosi a loro con “Hey Sonos”.

Oltre a questo, Voice suonerà in modo molto simile ai suoi concorrenti, con opzioni per avviare la musica con la tua voce e “altre funzioni”. Tuttavia, per ora, non ci sarà modo di riprodurre l’audio tramite Spotify e YouTube Music, ma con app come Apple Music e Pandora.

La decisione di introdurre l’assistente vocale farà parte della strategia di Sonos di offrire più servizi oltre al suo hardware. La società ha rifiutato di commentare la copertura di The Verge, ma molti posti vacanti Per i tester e altri tecnici che fanno qualcosa con il riconoscimento vocale, chiarisci che l’azienda ci sta lavorando.

A livello globale, Amazon, Google e Apple sono gli attori più popolari nel mercato degli altoparlanti intelligenti. Tuttavia, nei Paesi Bassi, Sonos è ancora molto popolare: il 6% di tutti gli olandesi ha un Sonos One a casa, che è molto più della percentuale delle famiglie olandesi che hanno un Google Home (4%) o un Google Home Mini ( 3 cent).