QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Un viaggio ad Anversa – Con un razzo SpaceBuzz? Presto sarà possibile: “Usa la magia dello spazio per rendere la Terra un posto più bello” (Anversa)

È stato uno spettacolo speciale: di fronte all’ingresso della Space Gallery: The Human Quest, giovedì è apparso improvvisamente un razzo. Chiunque conoscesse i viaggi nello spazio, ovviamente, si è presto reso conto che si trattava di una replica, ma i bambini sono rimasti sbalorditi. “Ed è esattamente ciò che l’organizzazione no-profit educativa SpaceBuzz vuole ottenere”, afferma Janine Jessen, direttrice dell’organizzazione olandese.

SpaceBuzz all'ingresso della mostra.

SpaceBuzz all’ingresso della mostra. © Patrick de Roo

Non c’era molto tempo per ulteriori spiegazioni al momento, perché SpaceBuzz stava per lasciare la Terra e non volevamo perdere quel momento. Solo pochi astronauti hanno partecipato a questa occasione speciale, ma ciò non ha smorzato l’entusiasmo della guida turistica Andre Kuipers.

Astronauti in servizio.

Astronauti in servizio. © Patrick de Roo

Il leggendario astronauta olandese non era presente di persona, ma i passeggeri non se ne sono accorti. Chiunque si sia seduto su una delle nove sedie si è immediatamente messo in testa gli occhiali VR. Improvvisamente l’universo sembrò avvicinarsi molto.

A bordo con un vero astronauta

Dopo un breve benvenuto nel razzo, i Kuiper hanno preparato tutto per il lancio. L’enorme tecnologia della realtà virtuale e i sedili mobili hanno reso questa esperienza simile a un film e quasi realistica. Il motore iniziò a girare e pochi secondi dopo il razzo si librava sopra il suolo. “Tutto quello che vedi è reale. Stiamo usando le immagini che Kuipers ha scattato durante le sue missioni spaziali, sono bellissime.” E Geysen non ha affatto torto.

Il più giovane astronauta a bordo.

Il più giovane astronauta a bordo. © Patrick de Roo

Sorvoliamo l’Olanda, vediamo le Isole Wadden, attraversiamo il Borneo e la giungla amazzonica. Pochi minuti dopo, anche gli astronauti in servizio hanno osservato l’aurora boreale in tutto il loro splendore. Durante il volo, i passeggeri ricevono una spiegazione professionale da Kuipers, che, dopo un volo sulla Luna, restituisce facilmente il razzo attraverso l’atmosfera al piano terra.

Ispirato dall’influenza della panoramica

Dodici minuti intensi, ma una vera esperienza. È anche molto utile, “ma questo è l’intento”, secondo Jessen. “Il razzo fa parte di un programma educativo internazionale che stiamo lanciando nelle scuole. Mira davvero a offrire a bambini e adulti una prospettiva diversa sulla Terra. L’intera esperienza è ispirata dall’effetto della panoramica: gli astronauti guardano il nostro pianeta dallo spazio e si sentono così strettamente collegati al loro ambiente che vogliono mantenersi con esso quando torneranno.” Little Blue Planet sembra molto debole nella completa oscurità.”

dare fuoco.

dare fuoco. © Patrick de Roo

Sperimentando la realtà virtuale, SpaceBuzz vuole creare lo stesso effetto su persone che potrebbero non essere mai state nello spazio. Ecco perché stiamo introducendo il programma di istruzione scolastica. I ragazzi attraversano un intero processo, incluso il superamento dell’esame di astronauta per diventare alla fine ambasciatori della Terra”.

Nuovo sbarco ad ottobre

Quindi l’intera esperienza riguarda molto più di un semplice viaggio nello spazio. “Usiamo la magia per aiutare i bambini a scoprire la Terra e renderla un posto più bello. A proposito, alla fine del loro addestramento dovrebbero indicare cosa faranno su questo bellissimo pianeta nel prossimo periodo”, conclude Geysen.

Il razzo vuole principalmente attirare i bambini.

Il razzo vuole principalmente attirare i bambini. © Patrick de Roo

SpaceBuzz ha fissato la rotta per la sua prossima destinazione giovedì pomeriggio, ma il 3 e 4 ottobre le scuole partecipanti avranno l’opportunità di prendere il volo spaziale. Quindi il razzo sarà alla portata del grande pubblico nel pomeriggio. (Lava)

READ  L'app Wear OS di Spotify sta ottenendo una funzione tanto attesa, dovresti saperlo