QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Una vittoria a Cannes regala le ali di Lucas Donuts: “‘Close’ è già stato venduto in 100 paesi” | Film

Film“Close” del regista Lukas Dhont (31 anni) sarà presto proiettato in almeno 100 paesi. Il film del regista di Gent si è portato a casa sabato il primo premio – una medaglia d’argento – al Festival di Cannes, il che ovviamente non gli fa male.

Lucas non ha avuto abbastanza tempo per riprendersi dalla vittoria. “Sabato sera ho finito un colloquio dopo l’altro fino all’1:30, e poi per fortuna c’era anche il tempo per un drink e un drink. Dansk Luogo”, ride. “Tuttavia, non c’erano molte feste, ma ovviamente non me ne lamenterei. Sono particolarmente grato di aver vinto il “jackpot” e di essere stato sopraffatto da così tanto entusiasmo. Il mio cellulare si è spento dopo sabato sera e devo ammettere che non ho ancora avuto il tempo di rispondere a tutti questi messaggi. Ho anche ricevuto molti feedback positivi al festival stesso, inclusi l’attore Javier Bardem e Alfonso Cuaron (noto come “Roma” e “Gravity”, montatore), uno dei miei registi preferiti. E ovviamente anche mia madre era molto orgogliosa. È stata la prima a darmi una macchina fotografica e mi ha sempre supportato nella buona e nella cattiva sorte”.

Surrealismo

Questo “documento” – una storia intima, ma anche tragica sull’amicizia tra due ragazzi adolescenti – ha toccato i nervi, come dimostra il travolgente interesse dall’esterno. Il film è già stato venduto in 100 paesi, e quindi sarà proiettato in quasi tutta Europa, Stati Uniti e gran parte dell’Asia. “È assolutamente straordinario che le cose vadano così velocemente dopo un solo spettacolo”, dice Dont. “Di solito questo processo di vendita è abbastanza graduale. È fantastico che così tante persone credano nel film Closing e siano commosse dal film”.

READ  Ricky Martin scioccato dall'intervista sull'omosessualità: "Mi sono sentito usato" | Famoso

Dopo un volo in ritardo, lunedì sera non mettere più piede sul suolo belga. “Sono contento di poter lasciare tutta questa frenetica attività alle spalle per un po’”, dice. “Mi prenderò del tempo per riposarmi per i prossimi giorni. Stasera metterò da parte il mio smartphone e comincerò a cucinare. Godendomi l’ordinario, perché gli ultimi giorni sono stati abbastanza surreali. (ride)”

Se vuoi vedere “Chiudi”, devi andare al Film Fest Gent. Il secondo giocatore di lunga data di Dhont ha aperto la 49a edizione del festival l’11 ottobre.

Leggi anche:

la pittura. Lukas Dhont, il nostro vincitore a Cannes: “Da bambino avevo pochissimi amici”

Lukas Dhont vince il Grand Prix a Cannes, Felix van Groningen e Charlotte Vandermerch vincono anche premi