QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Vanhisbrouck si prende gioco del procuratore federale che vuole sospenderlo per la sentenza: “Cosa fa?”

Vanhisbrouck si prende gioco del procuratore federale che vuole sospenderlo per la sentenza: “Cosa fa?”

Le dichiarazioni della scorsa settimana non sono state ancora comprese. La Procura federale ha chiesto la sospensione effettiva della partita e una squalifica condizionale una tantum per Hein Vanhisbrouck, dopo aver criticato l'arbitro De Cremer. T1 risponde: “Non so quale sia l’ambizione del procuratore federale”. “Direi: giornalisti, fate attenzione quando scrivete qualcosa su di lui”.

Torniamo a sabato 2 marzo.

A Liegi, Hein Vanhaysbrouck ha espresso la sua frustrazione dopo il primo tempo attraverso alcune grandi decisioni prese dalla direzione della gara.

Il potenziale reato contro Archie Brown è particolarmente preoccupante per l'allenatore. Il KAA Gent non ha ricevuto penalità per questo, ma subito dopo lo Standard Award era dall'altra parte.

Il T1 ha poi detto dell'arbitro Wesley De Cremer: “Per me questo è stato il segno che non è pronto per questo tipo di partite”.

La sentenza è stata sufficiente per la Procura federale, che ha chiesto la sospensione di Vanhaysbrouck il giorno della partita.

“La Procura federale ha dimostrato che il signor Vanhaysbrouck – e non per la prima volta – ha valutato male questi limiti”, ha detto in una nota.

“I giocatori, il consiglio direttivo del KAA Gent, la città di Ghent, l'arbitro, il VAR,… Il signor Vanhaezebrouck non ha perso occasione per insultare nelle ultime settimane, e in nessun momento è stato fatto alcun commento critico su questo argomento”. .” Apparizione nei media.

Vanhaysbrouck ha risposto

Un messaggio che ha fatto ridere l'uomo in questione nella conferenza stampa successiva alla partita dell'Al-Ittihad.

READ  Nessuna vincita forfettaria dopo un problema tecnico! I Lions belgi terminano il duello in Serbia stasera | Nero belga

“Questi sono fatti marginali”, Hein Vanhaysbrouck rimane schietto all'inizio. Quindi dai una spinta indietro completa.

“Mi hanno accusato di aver commentato gli arbitri, il VAR, il consiglio comunale, i giocatori, la dirigenza, il mio vicino, il prete, mia moglie e i miei figli…”

“Mi chiedo quali siano le ambizioni del procuratore federale. Se vuole davvero diventare pubblico ministero. Quando si tratta di calcio, parla solo di calcio. Se non sai niente della situazione, cosa fa?”

In realtà dovresti chiedere all'avvocato di assicurarti di non causarmi alcun danno dicendo tutte queste cose.

Heine Vanhaysbrouck

“In realtà dovresti consultare un avvocato per assicurarti che non mi stia causando alcun danno dicendo tutte queste cose”, spiega ammiccando in sala stampa.

“Alla fine deve fare il suo lavoro. Ma cosa dice? Ha lasciato la Brown senza motivo. Poi ho detto che non ha fatto il suo lavoro. Questo sarebbe il motivo per cui vuole vendicarsi di me.”

Pertanto, Vanhisbrouck ritiene che le sue dichiarazioni facciano parte della libertà di espressione. Conclude il suo intervento con saggi consigli ai giornalisti.

“Fai attenzione se domani scrivi qualcosa sul Procuratore Federale o sull'Amministrazione Reggente…”

Imparentato: