QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Westerlo non cade secondo le statistiche sugli straordinari: ‘fardello sulla mia spalla’ | tempo extra

Westerloo, studente di dottorato, ieri ha rinunciato al vantaggio di 4-2 sul KV Mechelen, ma l’allenatore Jonas de Roek – ospite centrale della prima puntata di Extra Time – non sembra doversi preoccupare dopotutto. I tempi supplementari hanno calcolato che c’erano poche possibilità che i Rave cadessero di nuovo immediatamente.

2-4 a 5-4. Westerlo ha consegnato la sua prima vittoria in movimento ieri. Mancanza di esperienza, può spiegare Jonas de Roek. “Ho un gruppo che a volte vuole troppo”, ha detto a Extra Time.

“Sono così emozionati. Vogliono aiutarsi a vicenda, ma poi si dimenticano di guardare. Non è stata la nostra partita migliore, anche se abbiamo segnato quattro gol”.

“Allora hai una sensazione mista. Vogliamo mostrare alla squadra che gioca a calcio magnificamente, ma dobbiamo anche imparare a controllare il gioco”.

“Questa è la differenza tra 1a e 1b. L’anno scorso la perdita di concentrazione non è stata punita, e ora lo è. Dobbiamo ancora prendere provvedimenti su questo”.

De Roque: “La conservazione è l’ambizione numero uno”

L’Unione dei dottorandi è stata quasi in grado di ottenere il titolo nazionale l’anno scorso. È anche questo il sogno segreto dei proprietari turchi di Westerlo? “No, dobbiamo essere realistici”, dice de Roque. “La conservazione è la nostra prima ambizione”.

“Ma vogliamo farlo a modo nostro, nelle nostre qualità. Cerchiamo di farlo in ogni partita e siamo anche fiduciosi di poter avere successo”.

Secondo De Roeck, il fatto che Westerlo vinca principalmente sul campo e ingoi le sconfitte in movimento non è ancora uno schema. “Abbiamo commesso errori individuali in alcune partite o eravamo troppo eccitati. Dobbiamo ancora crescere in questo”.

contenuto di conservazione?

Con 6 su 15, Westerlo ha già fatto un buon inizio nel mantenere il lavoro. Se diamo uno sguardo alle ultime 10 stagioni, le retrocessioni sono sempre state le squadre che erano già nelle ultime 3 stagioni dopo la quinta giornata di gioco.

Buone notizie per Westerlo (10), ma notizie solo per Cercle Brugge, Seraing ed Eupen. “Soprattutto per i club più piccoli, il risultato è stato importante dopo 5 giorni di partite”, afferma Gert Verhein.

“Questo è un peso sulla mia spalla”, ride de Roek. “Se vincere tre volte in questa stagione è un brutto momento per salire? No, dobbiamo solo ottenere risultati e cercare di salvarci”.

“Avevamo subito quell’ambizione di crescere a Westerlo. Dopo il mio tempo all’Anderlecht, era importante trovare un progetto dove ci fosse ambizione e dove potevo lavorare a modo mio. Westerlo aveva quelle carte vincenti”.

Perché de Roc ha già lasciato l’Anderlecht? “Non potevo essere d’accordo al 100% con i compiti che erano pronti per me. Non volevo restare per restare, quindi ci siamo separati in modo molto onesto e corretto”.

Talk show sul calcio in cui Aster Nzeyimana e Filip Joos tengono il polso del calcio attuale con l’aiuto di ospiti di alto profilo. L’allenatore di Whistlerlo Jonas de Roek è l’ospite centrale. Gli analisti Wesley Sonk e Geert Verhein.

Guarda questo programma su VRT NU

READ  Live: occasioni da entrambe le parti, ma OHL e STVV non riescono ancora a segnare | Jupiler Pro League 2021/2022