QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

40.000 nuovi posti di lavoro grazie al Recovery Plan fiammingo, ma soprattutto in settori che soffrono il soffocamento |  Economia

40.000 nuovi posti di lavoro grazie al Recovery Plan fiammingo, ma soprattutto in settori che soffrono il soffocamento | Economia

Il Flemish Corona Recovery Plan creerà 40.740 posti di lavoro entro il 2030. Questo è quanto ha calcolato Idea per conto del governo fiammingo. Ciò riguarda principalmente i posti di lavoro nella sanità e nell’edilizia, che sono due settori con strozzature. Allo stesso tempo, i ricercatori avvertono che gli ingorghi influiscono sulla produttività.

Nel 2020, il governo fiammingo ha stanziato 4,3 miliardi di euro per aiutare la nostra regione a superare gli effetti del Corona. Di questo importo, 825 milioni di euro sono stati destinati ad investimenti nel mercato del lavoro.

La crescita dell’occupazione come risultato di questo programma è principalmente nella sanità e nell’edilizia, due settori con molte professioni che scarseggiano. I ricercatori avvertono quindi che occorre prestare molta attenzione alla formazione e all’assorbimento se si vuole che le Fiandre siano in grado di soddisfare le ambizioni del piano.

Come risultato della resilienza fiamminga, nei prossimi anni verranno aggiunti circa 6.000 posti vacanti, oltre al previsto fabbisogno annuale di personale di 18.813. Per la costruzione, questo è un requisito aggiuntivo di 8151 oltre alla domanda già prevista di 9043.

“Il programma fiammingo di resilienza fornisce quindi una serie di incentivi per indirizzare le persone in cerca di lavoro e i talenti verso il lavoro”, afferma il primo ministro Jan Gambon. Questi progetti dovrebbero migliorare una serie di debolezze strutturali nel mercato del lavoro, come l’aumento del numero di persone con disabilità e la partecipazione alla formazione. Per questo sono stati stanziati 286 milioni di euro per allenamenti e carriera offensiva”.

Le Fiandre hanno ancora una produttività pro capite più elevata rispetto alla zona euro, ma la crescita di molti indicatori di produttività è diminuita drasticamente negli ultimi 20 anni, osserva Idea.

READ  iPhone immune alla debolezza economica al momento: Apple supera le aspettative nel secondo trimestre | Notizia

Infrastrutture di trasporto

La flessibilità fiamminga si concentra su investimenti diretti che migliorano la produttività. I cittadini sono i principali beneficiari, compreso l’accesso alla formazione e al miglioramento delle infrastrutture di trasporto. Circa 1,766 milioni di euro andranno a beneficio dei nazionali. Il settore privato riceverà 1.565 milioni di euro, seguito da governi e centri di conoscenza.

Per ottenere l’impatto ottimale degli investimenti sulla produttività, i ricercatori attirano l’attenzione sulle carenze nel mercato del lavoro. Ciò richiede ulteriori investimenti diretti al mercato del lavoro. Affinché la leva abbia un impatto sugli investimenti privati, è necessario un “quadro normativo chiaro e stabile commisurato a una visione coerente in materia di digitalizzazione, mobilità, energia ed economia circolare”.

ingorgo stradale

Infine, i ricercatori hanno anche sottolineato l’importanza di una navigazione fluida. “Gli ingorghi riducono la produttività del lavoro a causa dei lunghi tempi di percorrenza e causano costi di trasporto più elevati. Sempre secondo il rapporto sulla produttività dell’OCSE, il Belgio ha un’infrastruttura di trasporto di bassa qualità, con gli ingorghi che esercitano un forte stress sulla produttività”.

La pensione media per i dipendenti pubblici è il doppio di quella del settore privato. Steen Burt: “Sentiti libero di abbassare la mia pensione per aumentare la pensione degli altri”

Avviso sul mercato del lavoro: più di 1 persona su 5 della popolazione attiva non ha un lavoro e non è alla ricerca di un lavoro