QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

A Monza Horner presentò il compito speciale: “In Italia il toro vinse il cavallo al galoppo”.

A Monza Horner presentò il compito speciale: “In Italia il toro vinse il cavallo al galoppo”.

Max Verstappen e Sergio Perez sono stati i primi a tagliare il traguardo domenica sul circuito di Monza, e alla fine le due Red Bull sono entrate nella pit lane. Fu commissionato da Christian Horner, che voleva gettare sale sulle ferite di Ferrari.

Non è stato il fine settimana più facile dell’anno per il team Red Bull nella patria della Ferrari. Per tutto il fine settimana è stata una questione di scambi di soldi tra Verstappen e Carlos Sainz, quindi abbiamo dovuto aspettare e vedere se Verstappen sarebbe riuscito a ottenere la sua decima vittoria consecutiva. Verstappen ha subito la prima battuta d’arresto in quelle aspettative quando lo spagnolo era il pilota della Ferrari domenica a Monza. Deluso anche Perez, che ha dovuto iniziare il suo percorso dalla quinta posizione in Italia.

Entrate insieme

Domenica, grazie alle ottime gare sia di Verstappen che di Perez, le cose finalmente si sono sistemate ed entrambi hanno tagliato il traguardo per primi a Monza, con grande disappunto di un folto pubblico di tifosi della Ferrari. Ciò non ha impedito a Horner di spargere un po’ di sale nelle ferite di DeFosi. Questo viene fatto guidando insieme due Red Bull. “Era speciale da guardare”, cita Motorsport.com Capitano della squadra britannica.

L’idea di Horner

Poi spiega che è stata una sua idea. “Ho chiesto ai due corridori di cavalcare in fila, come un toro in Italia batte un cavallo al galoppo. Se Dietrich Matschitz avesse guardato qui sotto, senza dubbio si sarebbe divertito. “Stiamo scrivendo la storia. Non hai questa possibilità molto spesso. Come squadra abbiamo attraversato periodi diversi: i primi anni, tra il 2010 e il 2013 con Sebastian Vettel durante l’era del V8. Poi sono arrivati ​​sette anni difficili, ma non abbiamo mai perso la concentrazione e lo scopo”, conclude Horner.

READ  "Le condizioni meteorologiche estreme nell'Europa meridionale rivelano vulnerabilità al settore agroalimentare"