QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

A proposito di aspetto e trattamento

Caratteristiche esterne FAS

Ci sono alcune caratteristiche esterne che sono tipiche di FAS. Ad esempio, i bambini hanno spesso una testa piccola e gli occhi sono stretti, eretti e gli occhi sono più distanti rispetto ai bambini senza FAS. In alcuni casi, un bambino con sindrome alcolica fetale presenta anche una piega tra l’occhio e il naso. Tipici sono anche il naso all’insù e la canna nasale bassa. Poi c’è anche lo spazio tra il naso e il labbro superiore, che spesso è maggiore che nei bambini che non hanno la FAS e hanno il labbro superiore più sottile. Le orecchie sono spesso più basse del normale sulla testa e hanno una forma semplice. La faccia è spesso piatta davanti e la linea del palmo ha spesso la forma di una mazza da hockey. I bambini nascono molto piccoli e non raggiungono mai.

Altri sintomi della sindrome alcolica fetale

Poi ci sono altri sintomi associati alla sindrome alcolica fetale. Ad esempio, i bambini sono molto sensibili agli stimoli e quindi diventano rapidamente sovrastimolati. I bambini con FAS hanno anche maggiori probabilità di avere l’ADHD o problemi comportamentali come scoppi d’ira, tendenza a mentire e mancanza di sensi di colpa. È difficile creare e mantenere contatti sociali. I bambini con sindrome alcolica fetale hanno un aumentato rischio di abuso di alcol più tardi nella vita.

Poi ci sono anche difficoltà di apprendimento da considerare. Il QI medio per i bambini nei Paesi Bassi è di circa 100, e per i bambini con sindrome alcolica fetale è di circa 72. Hanno problemi di concentrazione, disturbi della memoria e un ritmo di lavoro più lento. Anche la pianificazione e l’organizzazione dei compiti scolastici possono causare problemi.

READ  Carenza di vitamina D nel melanoma associata a scarsa sopravvivenza

I bambini con FAS hanno spesso ritardi nello sviluppo, rimanendo indietro rispetto ai loro coetanei nel sedersi, camminare e parlare. Il movimento è anche meno fluido e i movimenti possono essere descritti come legnosi. I bambini con FAS cadono più facilmente e hanno meno equilibrio. Parte di questo gruppo soffre di paralisi cerebrale e difficoltà a imparare a parlare.
Infine, i bambini con sindrome alcolica fetale hanno caratteristiche che rientrano nello spettro autistico, spesso hanno difficoltà a dormire ea volte soffrono di epilessia. Lo strabismo è più comune in questi bambini che nei bambini senza FAS e hanno anche maggiori probabilità di sviluppare infezioni dell’orecchio medio. Anche i denti possono essere un problema, poiché i bambini con FAS spesso hanno la carie. Un difetto cardiaco congenito si verifica in una percentuale di bambini con sindrome alcolica fetale.

causa FAS

Come afferma il nome della sindrome: la sindrome alcolica fetale è causata dal consumo di alcol durante la gravidanza. Quando la madre beve, la sostanza entra anche nel sangue del bambino. I bambini si stanno ancora sviluppando nell’utero e non possono elaborare l’alcol. Quindi il cervello è più sensibile alle tossine che contiene. Poche tazze possono davvero fare danni. Un danno ancora maggiore si verifica con quantità più elevate di alcol. Non si sa esattamente quanto alcol porti alla sindrome alcolica fetale, ma i bambini con sindrome alcolica fetale di solito hanno madri che bevono eccessivamente. Per prevenire la sindrome alcolica fetale, si raccomanda di non bere affatto alcolici.

Trattamento FAS

La sindrome alcolica fetale non può essere curata, è prevenuta solo non bevendo alcolici durante la gravidanza. Il trattamento è possibile per alcuni sintomi della sindrome alcolica fetale. Ad esempio, ci sono farmaci che possono contrastare problemi comportamentali o fisici. I fisioterapisti possono aiutare i bambini a muoversi, i logopedisti possono aiutare con problemi di linguaggio e deglutizione e un medico della riabilitazione è presente per coordinare vari trattamenti. Si consigliano anche ausili come scarpe ben aderenti, supporti per l’arco o un passeggino. Per problemi emotivi e comportamentali, i ragazzi delle scuole superiori americane possono consultare uno psicologo o uno psichiatra.

READ  Delta Alternativa al Coronavirus: Spoiler contagioso e divertente

Scritto da: National Care Guide / Johanne Levinsky
Fonti: Brain Foundation, Child Neurology, Alcohol Info