QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

A Thierry New, ha vinto il rally in Italia

Alla Theory Nue, insieme al copilota Mart ஜ் nez Videke, è diventato il più veloce al rally italiano di S க்கோ oco.
Foto: Hyundai

Durante la partita di apertura del Campionato Italiano Rally, Thierry Neville e il suo copilota fiammingo occidentale Mart ஜ் nez Videge non si sono esibiti. Il duo Hyundai ha lasciato indietro tutti gli esperti locali di asfalto.

In preparazione per il prossimo round di Coppa del Mondo in Croazia alla fine di aprile, Theory Nueville e Mortiz Wiedeke sono arrivati ​​a nord di Luca, in Italia. La collaborazione tra i due è vecchia di soli tre rally e può essere leggermente migliorata.

Il giocatore di Newville Hyundai, Craig Breen, ha apprezzato il fatto che un tale vento di formazione non fosse privo di rischi. Al quinto giro Chrono il pilota irlandese ha deviato dalla pista spettacolare e ha distrutto la sua vettura. Fortunatamente, l’equipaggio è rimasto illeso.

Per quanto riguarda Newville, Seoko era un po ‘rilassato al raduno. Il suo problema più grande sono stati i due cani che sono scesi in pista nella quarta speciale. “Fortunatamente, sono riuscito a evitarli entrambi”, rise in seguito Newville.

Newville e WideKay erano più che a metà delle fasi Chrono con la loro Hyundai i20 R5, finendo alla fine con 22,7 secondi di vantaggio sull’italiano Stefano Albertini (டா koda Fabia R5).

Martijn Wideke: “Felice del successo, ma dobbiamo continuare a lavorare”

La preferenza per Newville e WideKay è evidente. “Abbiamo dovuto lottare per questo”, dice Wyateke. “Sappiamo che i piloti italiani sono di alto livello, ha dimostrato. Per me e Theory questo percorso è stato molto impegnativo. Il grip era molto basso, non quello che ci aspettavamo da una competizione del genere. Il grip in montagna è generalmente alto”.

READ  Tempo tranquillo per Ajax e Max Verstappen in Italia

Non solo c’è stata una gara in più sull’asfalto prima del rally di Cioco Croazia al rally, che ha principalmente permesso loro di guidare chilometri sul percorso per intensificare la collaborazione di Nueville e Vyteke. Alla domanda sul suo nuovo ruolo di copilota di Newville, Whitake ha detto: “Quella missione ha funzionato bene. “Di base è, altrimenti non possiamo farlo. Ma questo non è solo un gioco, è un grande gioco. Quando ti esibisci al massimo livello, ogni dettaglio è importante. Si applica al pilota, al copilota e all’equipaggio. Ogni La frazione di secondo che puoi ottenere a questo livello è importante. Dobbiamo spingerci a vicenda, devo spingere me stesso, per non accontentarmi troppo facilmente, ma per continuare a lavorare Ci vuole tempo per rispondere alle abitudini su cui la Teoria ha sviluppato gli ultimi 10 anni. Ora abbiamo vinto, non credo che ci siamo, è un processo standard e continuiamo Anche se vinciamo insieme il Mondiale, non ci saremo perché anche allora dobbiamo continuare a svilupparci.