QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Abbiamo già superato il limite di 1,5°C del riscaldamento globale?  Un nuovo studio lo sospetta: “Anche 2,0°C saranno possibili entro il 2030” |  La scienza e il pianeta

Abbiamo già superato il limite di 1,5°C del riscaldamento globale? Un nuovo studio lo sospetta: “Anche 2,0°C saranno possibili entro il 2030” | La scienza e il pianeta

Abbiamo forse già superato il limite di riscaldamento di 1,5°C? UN Nuovo studio Quello apparso oggi sulla rivista scientifica Nature Climate Change suggerisce di sì. Gli scienziati sono giunti a questa conclusione dopo aver analizzato 300 anni di misurazioni della temperatura oceanica conservate negli scheletri di spugne dei Caraibi. Ciò significa anche che l’aumento medio della temperatura globale probabilmente supererà i 2 gradi Celsius entro la fine di questo decennio.

Come sono arrivati ​​a questa conclusione gli scienziati?

Sfortunatamente, le osservazioni storiche delle temperature oceaniche sono limitate. Le temperature del mare iniziarono a essere registrate dalle misurazioni delle navi solo a partire dal 1850.2 Tuttavia, l’attività umana è iniziata agli inizi del 1800, quindi per comprendere il nostro impatto complessivo sulle temperature, sono necessari dati risalenti a prima di allora.

L’alternativa sono i cosiddetti “dati proxy”, le cosiddette misurazioni indirette che ci danno uno sguardo al passato. Basti pensare, ad esempio, alle misurazioni del ghiaccio. Un valido indicatore per lo studio delle temperature oceaniche è la “spugna dura”. Questo è un animale marino longevo noto per registrare cambiamenti chimici nel suo scheletro. Ecco come vengono immagazzinati lo stronzio (Sr) e il calcio (Ca). Il rapporto tra loro può essere utilizzato come termometro storico. Valori più bassi si verificano durante i periodi più caldi e più alti durante i periodi più freddi.

Il riscaldamento medio tra il 2018 e il 2022 sarà già di +1,7°C.

In questo studio, gli scienziati hanno utilizzato spugne dure provenienti dal Mar dei Caraibi orientali, una regione con temperature più stabili. Pertanto, hanno sperimentato una serie di temperature di 300 anni. Possono quindi confrontarli con i dati disponibili sulla temperatura dell’acqua di mare per vedere se le loro serie sono affidabili. Questo è stato il caso.

READ  15 idee su come dormire la notte

Quali sono le nuove scoperte dello studio?

La nuova serie di temperature offre una visione rivista del riscaldamento globale. Sulla base dei dati relativi alle spugne indurite, gli scienziati hanno innanzitutto determinato le temperature preindustriali stabili per i periodi 1700-1790 e 1840-1860. Poi videro che il riscaldamento globale umano si era verificato dalla metà degli anni ’60 dell’Ottocento ed era già iniziato verso la metà degli anni Settanta dell’Ottocento. Ciò avviene circa 80 anni prima di quanto indicato dalle misurazioni della temperatura della superficie del mare, ma è più coerente con le precedenti ricostruzioni climatiche.

Leggi di più sotto l'immagine

Aumento della temperatura sulla terraferma e nell’oceano.
Aumento della temperatura sulla terraferma e nell’oceano. © McCulloch et al., 2024 in Natura Cambiamenti climatici

Quando gli scienziati hanno esaminato le temperature più recenti registrate dalle spugne dure, hanno visto quanto segue. Nel periodo 1961-1990 la temperatura è addirittura aumentata di 0,9°C rispetto al periodo preindustriale recentemente calcolato. Secondo vecchie stime si trattava di soli 0,4°C. Secondo i ricercatori ciò significa che forse abbiamo già raggiunto un aumento della temperatura di +1,5 gradi Celsius. L’aumento medio tra il 2018 e il 2022 sarà di +1,7°C. Questa revisione suggerisce inoltre che la Terra potrebbe superare il limite critico di +2°C già nel 2030, 20 anni prima di quanto previsto con l’attuale livello di CO2.2emissioni.

Gli autori sottolineano che sono necessarie ulteriori analisi, comprese quelle di altre regioni oceaniche, per supportare i loro risultati.

“Siamo già in pericolo di superare 5 punti critici”: gli scienziati avvertono dei danni irreversibili derivanti dal cambiamento climatico (+)

READ  Aspetto. Le immagini mostrano un giornalista palestinese duramente picchiato da agenti israeliani a Gerusalemme al di fuori

Gli scienziati sono preoccupati per le temperature record degli oceani: “Ciò potrebbe causare condizioni meteorologiche più estreme”

Scenari climatici preoccupanti per i Paesi Bassi, ma noi? “Già il doppio dei giorni rispetto all’estate, ma meno temporali” (+)