QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Anche il capitano della KVM Rob Schoofs è rimasto un po’ sorpreso: “Nel nuovo anno eravamo interessati solo alla retrocessione”.

Anche il capitano della KVM Rob Schoofs è rimasto un po’ sorpreso: “Nel nuovo anno eravamo interessati solo alla retrocessione”.

Con un punteggio di 23 su 27, il KV Mechelen ha la possibilità di qualificarsi per la Champions League. “Dobbiamo vincere a Lovanio domenica”, dice Rob Schoofs, che ha giocato ai supplementari insieme al suo ex allenatore Steven Defour.

Dopo un inaspettato recupero, il KV Mechelen è entrato tra i primi sei. “Speriamo di essere ancora lì la prossima settimana”, sorride Rob Schoofs nei tempi supplementari.

“Abbiamo una sola opzione: vincere domenica a Lovanio, altrimenti non ci saremo”, teme.

“Sarà una partita molto emozionante. Ho letto che giocheremo con lo stadio pieno e sarà una bella atmosfera”.

“E durante il nuovo anno eravamo impegnati solo con la battaglia per la retrocessione”, spiega Schoofs nei tempi supplementari. “Volevamo ottenere punti il ​​più rapidamente possibile per lasciarci tutto alle spalle.”

Ciò che il KV Mechelen ha fatto con verve. Con 23 su 27 nel 2024, il biglietto per i playoff Champions è quasi sigillato.

“Abbiamo fatto un percorso davvero impressionante. I primi sei saranno la ciliegina sulla torta”, realizza Schoofs.

(Scorri verso il basso per ulteriori informazioni)

“Se Rob è bravo, KV Mechelen è molto bravo.”

Il KV Mechelen ha continuato l'impressionante serie con Besnik Hasi, il successore di Steven Defore, anche lui ospite nei tempi supplementari.

“Abbiamo perso anche con il nuovo allenatore”, ha consolato Schoofs il suo ex allenatore.

“La trasformazione è iniziata dopo il Capodanno contro il Gent. Lì abbiamo acquisito fiducia e la fiducia è tutto. Dopodiché, i giocatori sono tornati dagli infortuni e c'erano ragazzi che sono riusciti a sfondare”.

READ  Racing Genk prende un Gran Premio inaspettato per Cyriel Dessers Blast | Calcio 24

“Rob porta molta pace nella squadra”, afferma Devore. “Se Rob è bravo, il KV Mechelen è molto bravo. Ha la genialità dei migliori giocatori della Jupiler Pro League.”

Quasi in unione

Chi gioca le qualificazioni alla Champions League può sognare ad alta voce l’Europa. Qualcosa che Rob Skoffs non ha sperimentato molto spesso.

“Sarebbe fantastico, sì. Giocare a calcio contro grandi avversari”, ha detto ai supplementari.

“Al KAA Gent non ero nella lista per le Europee. Ho ancora un po' di dolore per questo”, dice il centrocampista che avrebbe potuto giocare anche per il capitano.

“Dopo la finale di coppa, l'Union mi ha chiesto se volevo cambiare”, dice Schoofs nel talk show sul calcio. “Dopo la sconfitta mi sono sentito giù per un po' e ci ho pensato, ma avevo un buon presentimento riguardo al KV Mechelen. “

“Volevano fare un passo avanti e non me ne pento affatto. A Mechelen mi trovo bene”.

tempo extra

Il capitano del KV Mechelen Rob Schoofs e il suo ex allenatore Steven Defour sono ospiti con Youri Mulder.

Martedì 27/0267 minuti