QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Aumentano i fallimenti tra le startup nelle Fiandre |  Locale

Aumentano i fallimenti tra le startup nelle Fiandre | Locale

Nelle Fiandre, da gennaio a ottobre, sono state dichiarate fallite più di 5.200 aziende. Ciò significa che le Fiandre continuano a tendere verso un nuovo record annuale. Sorprendentemente, in quasi la metà dei casi, la società aveva meno di cinque anni, afferma l’ufficio di informazioni commerciali GraydonCreditsafe.

I dati di ottobre confermano le tendenze a lungo termine che emergono nelle Fiandre. La regione fiamminga si avvia verso un numero record di fallimenti, con 5.201 dopo dieci mesi, ovvero quasi il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2022.

È sorprendente che la provincia fiamminga del Brabante, in particolare la regione di Halle-Velvoord, sia in cima alla lista con 946 fallimenti, più della metà in più rispetto all’anno precedente. Anche altre province mostrano aumenti significativi rispetto al 2022, ad eccezione di Anversa. GraydonCreditsafe sottolinea che nella maggior parte dei casi i numeri sono tornati ai livelli pre-pandemia del coronavirus, con dati paragonabili al 2018-19.

Soprattutto le aziende più giovani

Un punto degno di nota è la quota crescente di start-up (con meno di 5 anni) nelle statistiche fiamminghe sui fallimenti. In tutto il Belgio, hanno rappresentato quasi un terzo dei fallimenti nel 2021, una tendenza che continuerà quest’anno a Bruxelles e in Vallonia. Ma nelle Fiandre questa percentuale è salita al 46,7%, un livello mai osservato negli ultimi 50 anni.

Per quanto riguarda i settori, GraydonCreditsafe conferma che i settori dell’edilizia e dei trasporti sono sulla buona strada per registrare un numero record di fallimenti. Dieci mesi dopo, in tutto il Belgio sono fallite rispettivamente 1.797 e 540 aziende di questi due settori.

READ  Quando pubblicano post sulla Palestina su Instagram, vedono la loro portata ridursi drasticamente

Nel periodo da gennaio a ottobre sono state dichiarate fallite in tutto il Belgio 8.813 aziende, quasi l’8% in più rispetto all’anno precedente. Questo è il livello più alto dal 2019 e potrebbe mettere a rischio circa 17.500 posti di lavoro, secondo i dati GraydonCreditsafe.