QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Boonen lancia van der Poel sotto l'autobus con una dichiarazione molto tagliente

Boonen lancia van der Poel sotto l'autobus con una dichiarazione molto tagliente

Mathieu van der Poel potrebbe essere campione del mondo e ha vinto tre dei cinque traguardi, ma Tom Boonen crede ancora che l'olandese sia un passo indietro rispetto a lui.

È quanto ha affermato il campione del mondo di Madrid 2005 in una conversazione con José de Cauwer, in un'insolita intervista realizzata con Het Nieuwsblad. Il co-commentatore di Sporza ha interrogato l'ex plurivincitore e gli ha detto, tra le altre cose, che i migliori giocatori di oggi sarebbero felici se potessero completare una grande gara solo una volta.

Facilmente soddisfatto

“L'ho notato anch'io”, dice Bonin. Ride del cattivo degli anni 2000: “Francamente: i successi di oggi non sono molti. Nemmeno con un campione come Van der Poel. L'ho fatto in una stagione.” Nel 2005, Boonen vinse il Giro delle Fiandre, una settimana dopo la Parigi-Roubaix e nello stesso anno il Campionato del mondo su strada.

Eppure vede anche delle somiglianze. “Mi piacerebbe competere contro i ragazzi di oggi. Attaccare dalla distanza, fare qualcosa di pazzesco, sarebbe adatto al mio stile di corsa.” Per discutere di Visma Tactics | Noleggiare una bicicletta per gli scivoli. “Fornire 400 watt per mountain bike: la cosa più prevedibile e anche facile da gestire. Potrebbe funzionare in Omloop, ma non più in Ronde.”

Boonen ritiene intelligente che VDP firmi con la Alpecin-Deceuninck fino al 2028. “Soprattutto con Kanyon (fornitore di materiali, ndr) alle spalle. Matteo è tranquillo, perché voltare pagina? Se Philipsen è intelligente, allungherà anche lui. Il lavoro di squadra con “Mathieu è molto prezioso; spero di poter essere un leader, come ha fatto Van der Poel”.

READ  De Kitleari regala al Club Brugge la vittoria sul Charleroi nei minuti di recupero