QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Chi sarà il prossimo capo della NATO?  I successori dei leader emergono in primo piano |  Notizia

Chi sarà il prossimo capo della NATO? I successori dei leader emergono in primo piano | Notizia

Due candidati – il primo ministro estone Kaja Kallas e il dimesso primo ministro olandese Mark Rutte – hanno apertamente espresso interesse a diventare Segretario generale della NATO il prossimo anno. Tuttavia, non ci sono garanzie che gli alleati finiranno per classificare qualcuno di loro.

Rutte, che si ritirerà dalla politica dopo le elezioni del 22 novembre dopo aver ricoperto la carica di Primo Ministro per tredici anni, è stato il primo a manifestare il suo interesse per la carica di Segretario generale della NATO.

Alla fine di ottobre l’olandese aveva dichiarato alla stampa che il ruolo gli sembrava “molto interessante” vista l’attuale situazione geopolitica in Europa e nel Medio Oriente, e che avrebbe potuto “contribuire qualcosa”. Mercoledì sera, secondo i media olandesi, avrebbe cenato in completo segreto nella residenza ufficiale di Stoltenberg a Bruxelles, sebbene la cena fosse destinata, secondo i due, a “consultazioni periodiche regolari”.

Ma da martedì Rutte deve affrontare la concorrenza dell’attuale primo ministro estone Kaja Kallas. Già da tempo si parlava del suo nome come possibile successore, ma ormai è ufficialmente noto che lei sia interessata. Kallas, primo ministro dal gennaio 2021, si è recentemente recato negli Stati Uniti. Ciò ha un peso molto importante nel meccanismo decisionale attraverso il consenso all’interno della NATO. Durante una conferenza sulla difesa a Washington, la Kallas ha risposto “sì” anche alla domanda se voleva essere presa in considerazione nella ricerca del successore di Stoltenberg. Il suo mandato scade il 30 settembre 2024.

Il primo ministro estone Kaja Kallas. ©EPA

È meglio che il nuovo Segretario generale venga annunciato durante il prossimo vertice della NATO, che si terrà a Washington dal 9 all’11 luglio 2024, in occasione del 75° anniversario dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico. Successivamente le elezioni europee finiranno e i negoziati per le posizioni all’interno dell’Unione europea saranno in pieno svolgimento. Fino ad allora, ci saranno sicuramente molte manovre dietro le quinte, quindi è probabile che un’altra figura politica di alto profilo arriverà come una sorpresa.

READ  L'ondata di caldo in Groenlandia sta causando lo scioglimento della calotta glaciale alla velocità della luce

La posizione di Segretario generale della NATO spetta tradizionalmente a un europeo, secondo una regola non scritta, poiché il capo del comando militare della NATO (NATO Supreme Commander Europe, SACEUR) è sempre un americano.

Mai una donna

Secondo gli osservatori, la 46enne Callas è un passo avanti rispetto a Rutte perché nessuna donna ha ricoperto la carica di segretario generale della NATO da quando la carica è stata creata nel 1952. Inoltre, lei proviene da un paese che soddisfa i criteri per spendere il 2% del totale. PIL Sulla difesa. Nel 2023 Tallinn, membro dell’Alleanza dal 2004, spenderà il 2,73% del Pil per la difesa.

Tuttavia, secondo i diplomatici, le sue dure dichiarazioni nei confronti della Russia giocano contro di lei, così come la rivelazione che un’azienda in parte posseduta da suo marito ha continuato a rifornire la Russia nonostante le sanzioni seguite all’invasione dell’Ucraina.

Il 56enne Rutte vanta una significativa esperienza politica e i Paesi Bassi sono uno dei dodici paesi che hanno fondato la NATO nel 1949. Tuttavia l’Aia spende solo l’1,73% del suo PIL per la difesa, anche se Rutte ha promesso una settimana dopo le sue dimissioni e dopo aver annunciato il suo addio alla vita politica olandese, i Paesi Bassi contribuiranno l’anno prossimo con il 2,04% del prodotto interno lordo. .

Il primo ministro olandese Mark Rutte.
Il primo ministro olandese Mark Rutte. © Agenzia Nazionale dei Porti

Invasione russa

Stoltenberg è stato nominato Segretario generale dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) il 1° ottobre 2014. Attualmente ha ricoperto due mandati quadriennali. A seguito dell’invasione russa dell’Ucraina, lo scorso anno il suo mandato è stato eccezionalmente prorogato di un anno, fino al 30 settembre 2023, e quest’anno è stato nuovamente prorogato di un anno.

READ  Inghilterra in una situazione bloccata? Il ministro della salute del Regno Unito non vuole escludere misure più severe sul coronavirus Cosa devi sapere

Leggi anche:

pittura. Jens Stoltenberg, capo della NATO che una volta fu reclutato come spia russa (+)