QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Coutinho, ex dirigente Rivm: La campagna di promozione lenta è ‘incomprensibile…

produzioni ANP | Fonte: ANNP

Utrecht

L’ex CEO di RIVM Roel Coutinho ha descritto il fatto che la campagna di iniezione di booster nei Paesi Bassi non sta facendo progressi rispetto ad altri paesi europei. Secondo il predecessore di Jaap van Diesel, sembra che il Ministero della Salute e il RIVM non abbiano appreso dai precedenti cicli di vaccinazione.

Perché anche all’inizio della campagna, all’inizio di quest’anno, Coutinho ha criticato la lentezza con cui ha iniziato a contrarsi. “Poi ho già detto: responsabilizza la difesa per questo”. Secondo Coutinho, c’è molta più conoscenza sulla conduzione di grandi operazioni logistiche rispetto alla salute pubblica. Quando era direttore delle malattie infettive al RIVM, la campagna di vaccinazione contro l’influenza suina è stata lanciata nel 2009 più velocemente che in altri paesi.

Coutinho ammette che rendere responsabile la difesa non è più un’opzione. Ma ancora non capisce perché le autorità responsabili non sembrano imparare come affrontare la puntura. La scorsa settimana, il governo ha annunciato un “attacco minaccioso”. Studenti e personale militare dovrebbero aiutare nell’accelerazione. Coutinho: “Perché non ci si pensava così tanto prima?”

Cambio di situazione tardivo

A settembre, il Board of Health riteneva ancora che le iniezioni di richiamo per gli anziani non fossero ancora necessarie, ma a novembre ha formulato un parere rivisto: dare una possibilità in più agli anziani e ai residenti nelle case di cura. “Trovo strano che il tuo quadro scientifico sia cambiato in sei settimane”, ha detto Coutinho. A settembre, dice, pubblicazioni scientifiche internazionali hanno già dimostrato che la protezione dai vaccini si sta deteriorando. Questo tardivo cambiamento di situazione non ha reso più facile il ministero”.

Perché aspettare i consigli dell’ente sanitario è fondamentale, crede il professore emerito di epidemiologia. “Si vaccinano persone fondamentalmente sane. Quindi, in particolare, bisogna pensare molto attentamente e su base scientifica se ci sono rischi nel dare booster. I politici non possono farlo”. Coutinho chiama l’unica buona “scusa” per la lenta campagna di accumulo che il consiglio in questo caso ha richiesto così tanto tempo.

Infine, anche l’ex capo del RIVM descrive con preoccupazione che parte della popolazione non è stata affatto vaccinata. “Quello che mi manca nei Paesi Bassi è una campagna stimolante in quella regione. Guidata da una persona istruita in campo medico, che può parlare molto bene di vaccini ed è pronta a salire sul palco. Ci sono ancora gruppi che non vengono raggiunti o non raggiunti che non voglio. Ci sono ancora molti profitti da guadagnare.

READ  Da 'Ballando con Janssen' a un'agenda vuota: ecco come è stato cancellato il (grande) festival estivo.