QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Disperazione in Italia: il gioielliere che ha sparato ai ladri rischia 17 anni di carcere |  notizia

Disperazione in Italia: il gioielliere che ha sparato ai ladri rischia 17 anni di carcere | notizia

Un gioielliere del nord Italia è stato condannato a 17 anni di carcere per aver ucciso a colpi d’arma da fuoco due ladri. Tuttavia, ha detto che si trattava di legittima difesa. “È pazzesco”, ha risposto sarcasticamente l’uomo dopo aver ascoltato il suo verdetto. “Lunga vita al senso di colpa”.


HR


Ultimo aggiornamento:
23/12/06, 14:56


Fonte:
Anza, Sky TG24, Il Corriere

Vedere La rapina è stata ripresa dalla telecamera di sorveglianza della gioielleria

La rapina a Grinzane Cavour è avvenuta nella primavera del 2021. “O loro o io”, rispose all’epoca il gioielliere Mario Rogero, 68 anni. Sono morti Giuseppe Massarino (58) e Andrea Spinelli (44). Il loro compagno, Alessandro Modica, è uscito illeso.

I rapinatori sono entrati nel centro commerciale intorno alle 18,30. Erano armati di coltelli e pistole, che venivano poi forgiati. Stava lavorando nel retro della gioielleria quando sentì sua moglie chiamare. I delinquenti hanno picchiato sua moglie e imbavagliato sua figlia adulta.

Mario Rogero (68 anni) è dovuto entrare nel negozio e aprire la cassa. “Ho aperto il registratore di cassa con la mano destra e il cassetto contenente la mia arma con la mano sinistra. Dovevo… ho sparato prima. Poi sono scappati”, ha detto il gioielliere poco dopo la rapina.

Scioccato

Rogero, 68 anni, ha detto alla corte che non sapeva dove fosse sua moglie e temeva che fosse stata rapita. “Non potevo vederla”, dice. Rogero dice di essere rimasto ferito in una precedente rapina nel 2015 in cui furono rubati 200.000 euro, in cui, secondo il gioielliere, agli autori furono concessi “due, tre anni di libertà vigilata”.

READ  400 studenti provenienti da 22 diversi paesi europei hanno partecipato al concorso internazionale AEHT a Senigallia in Italia. Miguel Henrion di Halle ha vinto il bronzo

“Non difesa, ma esecuzione”

Secondo la corte, quella versione non corrispondeva al filmato. Seguono i ladri fuori e gli sparano. “Non legittima difesa, ma un’esecuzione”, ha detto il pubblico ministero.

Ha chiesto al gioielliere 14 anni di carcere, ma il tribunale lo ha condannato a 17 anni. La sentenza ha acceso il dibattito in Italia. Anche i politici stanno dalla parte di Mario Rogero.

Matteo Salvini

A sostenerlo è Matteo Salvini, vice primo ministro e capo del partito di destra della Lega, che afferma di essere “solidale” con il gioielliere e la sua famiglia. “Ha difeso la sua vita e la sua causa”, ha detto Salvini. “I criminali sono le persone in carcere, non Mario.”

Mario Rogero (68 anni) è rimasto dispiaciuto quando ha sentito il verdetto. “Mi sento insicuro. Il governo non sta facendo nulla per proteggere un cittadino comune. Anche dopo cinquant’anni di lavoro e di pagamento delle tasse. Questo tipo di giustizia non vale niente. Ti spinge.”

Per saperne di più:

A più di un anno dalla rapina al gioielliere ospite, i gestori lasciano l’attività: “Mia moglie non osa più stare da sola in negozio” (+)

Gioielliere riconosciuto colpevole di aver sparato a un rapinatore a mano armata: la famiglia della vittima riceve meno soldi, “perché la sua morte è stata colpa sua” (+)