QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Esiste una relazione tra alcol e aggressività?

Esiste una relazione tra alcol e aggressività?

Una rivolta in una trafficata strada della vita notturna, una rissa in un bar, una rivolta durante una partita di calcio. La combinazione di alcol e grandi gruppi di persone si rivela spesso un cocktail esplosivo. Possiamo dire che l’alcol porta all’aggressività? In tal caso, come avviene? C’è un aggressore in ognuno di noi che si svuota in bocca non appena qualcuno gli pesta i piedi?

Andando dritti al punto, la ricerca conferma il legame tra alcol e aggressività. Vale quanto segue: più alcol bevi, maggiore è la possibilità che porti a un comportamento aggressivo. Almeno in una certa misura, perché nelle persone che continuano a bere il rischio di aggressività alla fine diminuisce. Pensa all’attaccabrighe ubriaco che riesce a malapena a stare in piedi, figuriamoci usare le sue capacità motorie per litigare con qualcuno.

Alcol e violenza nella vita notturna

La discussione nell’osteria non è casuale. sole 80% della violenza legata all’alcol si verifica nella vita notturna. Sembra tutto estroverso 30% A volte esplode o diventa aggressivo quando è fuori. piccolo 25% Partecipa a una rissa. In quasi tutti i casi, la violenza era correlata all’alcol. Molti dei partecipanti avevano meno di 24 anni. Da ciò si può concludere che i giovani adulti ei giovani adulti corrono un rischio maggiore di coinvolgimento nella violenza alcolica. fonte: trimbos.nl

L’alcol porta sempre all’aggressività?

Fortunatamente no. Non tutti quelli che bevono alcol diventano aggressivi o violenti. Se qualcuno ha una “brutta sbornia” dipende da molti fattori, come la quantità di alcol che la persona beve, i fattori biologici, i tratti della personalità individuale e l’ambiente. Prima di entrare in questo argomento, diamo un’occhiata a come l’alcol influisce sul cervello.

READ  Perché evitiamo le cose spaventose?

Alcol e (abbassare) il funzionamento del nostro cervello

L’alcol colpisce il nostro cervello in modi diversi. Un effetto di ciò è che soffri di visione a tunnel. Tutta la tua attenzione è focalizzata su una cosa. Quella vigilanza in un bar affollato può trasformarsi in un fastidio enorme e insormontabile. Inoltre, l’alcol rimuove le inibizioni, in modo che reagiamo in modo più impulsivo e siamo meno consapevoli delle conseguenze delle nostre azioni. Insieme, questi due effetti assicurano che le persone sotto l’influenza dell’alcol possano reagire con grande rabbia, poiché normalmente rimarrebbero calme. L’alcol rende anche le persone meno ansiose. Di conseguenza, è meno probabile che evitino gli incontri o addirittura li cerchino. Un altro effetto dell’alcol sul nostro cervello è che siamo meno in grado di interpretare il comportamento degli altri. È probabile che un errore, come bussare a un bicchiere, venga preso sul personale. Il che ha portato a una rissa. In breve, tutti questi fattori insieme significano che il nostro cervello e le nostre emozioni raggiungono un punto di ebollizione molto più velocemente sotto l’influenza dell’alcol rispetto a quando sono sobri.

Gruppo di rischio: giovani

Come accennato, non tutti sono sensibili al “fattore aggressivo” del consumo di alcolici. In pratica, questi sembrano essere principalmente giovani con un carattere irascibile, poco attaccamento emotivo e poca simpatia per gli altri. Le persone con una personalità impulsiva sono anche più a rischio di altre.

regione

Infine, anche l’ambiente gioca un ruolo importante quando si tratta di innescare comportamenti aggressivi. Pensa a un ambiente affollato con molte persone e musica ad alto volume, in cui una presa o una spinta sbagliata può causare una rissa veloce. Non sorprende quindi che l’alcol porti all’aggressività, soprattutto nella vita notturna.

READ  Analisi del sangue come base per una diagnosi più rapida del cancro ai polmoni

La fonte di questo articolo è l’articolo ‘Spiegazioni per la relazione tra alcol e aggressività’ Dall’Istituto Trimpus.