QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Extinction Rebellion occupa la sala partenze dell’aeroporto di Maastricht Aachen |  al di fuori

Extinction Rebellion occupa la sala partenze dell’aeroporto di Maastricht Aachen | al di fuori

Gli attivisti del movimento Extinction Rebellion (XR) hanno occupato per diverse ore la sala partenze dell’aeroporto di Maastricht Aachen (MAA) sabato pomeriggio. Vogliono imporre un divieto sugli aerei privati ​​al MAA, ridurre significativamente l’inquinamento atmosferico e le emissioni (in eccesso) di particolato e impedire l’ingresso di fondi pubblici nell’aeroporto. Se ciò fosse impossibile, gli attivisti vogliono chiudere l’aeroporto.

Dopo poche ore, gli attivisti hanno interrotto i movimenti dopo la promessa del direttore dell’aeroporto, che li invitava a incontrarsi la prossima settimana. Il lavoro era piacevole e tranquillo. Gli attivisti, più di trenta, hanno innalzato striscioni con slogan contro il traffico aereo. I passeggeri non sono stati interessati da questa misura. Un portavoce della polizia militare ha detto di non vedere motivo di intervenire perché tutto è andato liscio.

“MAA non sta generando un volume di vendite sufficiente per diventare sostenibile e non sarà fattibile in futuro”, ha affermato XR in una nota. “Chiediamo quindi alla MAA di prepararsi al fallimento, anche istituendo un fondo per riqualificare i dipendenti per futuri lavori verdi e avendo pronto un piano di zonizzazione alternativo in cui l’area possa essere utilizzata per un ambiente di vita sano e piacevole per i residenti locali e dove la natura può prosperare”. Prosperare ancora.

Progetto di prestigio

XR descrive l’aeroporto come un progetto prestigioso per la provincia del Limburgo, che la MAA vuole mantenere aperto nonostante perdite multimilionarie ogni anno. Secondo XR, l’aeroporto rappresenta un pesante onere per l’area densamente popolata in termini di inquinamento ambientale e acustico. Anche l’aeroporto sarà superfluo, poiché nel raggio di 80 chilometri ce ne sono diversi più grandi.

READ  5 domande sul futuro di Macron, Le Pen, Francia ed Europa dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi

Nella sua risposta, il Ministero ha dichiarato che sta già adottando diverse misure per ridurre l’impatto sull’ambiente e combattere l’inquinamento acustico. Un portavoce dell’azienda ha dichiarato: “Proprio come le organizzazioni climatiche e i residenti locali, siamo convinti della necessità di rendere l’aviazione più sostenibile e ridurre i disagi”. “Stiamo discutendo con i residenti locali e le parti interessate sulla riduzione dell’impatto del nostro aeroporto. Anche gli organizzatori di oggi sono invitati a discutere con noi le loro preoccupazioni”, ha detto il portavoce.