QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Forte richiesta di meloni italiani

Forte richiesta di meloni italiani

Con tre settimane di ritardo, è finalmente iniziata la stagione del melone giallo nella provincia meridionale italiana di Madera. Solitamente il picco di consumo di questo frutto cade nel mese di settembre. Ma a causa dell’improvviso aumento della temperatura e della fornitura generalmente inferiore di frutta, i meloni gialli sono già molto richiesti.

“Il clima irregolare determina il corso della semina e delle vendite. A causa delle forti piogge di maggio, abbiamo dovuto posticipare la semina all’aperto di almeno tre settimane. Fortunatamente, non ci sono state malattie o problemi alle piante sui nostri 150 ettari di ettari”. Secondo Angelo Condolucci, amministratore di Unifruit Condolucci 1960, azienda di coltivazione del comune di Bernalda, presente sul mercato dal 2010 con il proprio marchio, Rillo, e aderente all’Associazione Agricoltori Op Altamura.

“Venerdì 23 giugno abbiamo iniziato la raccolta in serra, l’anno scorso era già fine maggio/inizio giugno. All’inizio di luglio iniziamo con la produzione all’aperto. Nei mercati vediamo anche pochissime meloni dalla Sicilia e, di conseguenza, l’offerta è bassa. I prezzi degli agricoltori sono troppo alti in questo momento”.

La stagione del melone giallo dura fino alla fine di ottobre, tempo permettendo.

“Prevediamo un mese di luglio più contenuto rispetto agli anni precedenti, quando abbiamo già iniziato ad esportare principalmente in Germania, ma anche in paesi del nord Europa come la Danimarca”, afferma la responsabile commerciale Valentina Matera. “La domanda è molto alta. Stiamo cercando di soddisfare il più possibile la domanda dei clienti. Anche se ci siamo concentrati sul mercato interno, negli ultimi due anni ci siamo concentrati maggiormente sulle esportazioni. Stiamo ottenendo buoni risultati per i meloni. .”

READ  Filippo Jus 1 fece un pellegrinaggio in Italia per l'uomo, e vide anche la lotta del diavolo: "de Ketelere si oppose a un pazzo".

“Quasi tutti i nostri clienti esteri chiedono calibri medio-piccoli. Nel sud Italia, invece, c’è una richiesta di calibri più grandi”, continua Matera. “Ma generalmente adeguiamo il programma di semina secondo necessità, perché i meloni grandi stanno in qualche modo scomparendo dal quadro”.

“Il nostro prodotto subisce un processo molto preciso: viene lavato, sterilizzato, spazzolato e asciugato. Una calibratrice automatica ci permette di soddisfare i desideri dei clienti con un peso uniforme. Ogni melone è etichettato con il marchio Rillo”, spiega Condoluci.

“Lavoriamo con i circuiti IFCO, CPR, Polymer ed Europool e siamo in grado di soddisfare qualsiasi esigenza specifica di imballaggio e pallettizzazione. Inoltre, quest’anno ci siamo trasferiti in un nuovo magazzino di 2.000 metri quadrati, che offre più spazio per la lavorazione”, aggiunge. Matera.

Per maggiori informazioni:
Azienda Agricola Unifruit Condoluci 1960
Strada Statale 106 Zonica, km 448
75012 Bernalda (MT) – Italia
Telefono: +39 (0)835741213
unifruitgroup@gmail.com
unifruitgroup.it

Ad Altamura
Di Pacinotti
Pontecagnano Faiano (SA) – Italia
info@opaltamura.com
opaltamura.com