QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Fumogeni al Parlamento albanese: “Caccia alle streghe puramente politica” |  al di fuori

Fumogeni al Parlamento albanese: “Caccia alle streghe puramente politica” | al di fuori

Il caos è scoppiato oggi nel Parlamento albanese dopo che è stata decisa la revoca dell’immunità legale all’ex presidente Sali Berisha (79 anni) con l’accusa di corruzione. La risoluzione è stata adottata con 75 voti favorevoli e 65 contrari. I sostenitori di Berisha hanno acceso torce colorate in segno di protesta.

Aspetto. I deputati albanesi hanno fatto esplodere dei fumogeni

Sali Berisha, 79 anni, che ha dominato la politica albanese nei primi anni ’90 come capo di stato e poi come primo ministro conservatore tra il 2005 e il 2013, rischia di essere arrestato. Se condannato, sarà condannato anche a una pena compresa tra 4 e 12 anni di carcere.

Berisha nega la corruzione

“Sono più forte che mai”, ha detto Berisha mentre lasciava la stanza circondato dalle guardie del corpo. Ha a lungo negato di aver fatto qualcosa di sbagliato e ha descritto l’indagine come una campagna “puramente politica” avviata dal suo acerrimo rivale, l’attuale primo ministro socialista Edi Rama.

Ha detto: “Questa decisione non raggiungerà l’obiettivo e distruggerà l’opposizione, ma piuttosto la mobiliterà con lo slogan: ora o mai più”, mentre i rappresentanti del Partito Democratico della sua opposizione accatastavano sedie e accendevano fumogeni nella sala.

I sostenitori di Berisha hanno acceso torce colorate per protestare contro la revoca della sua immunità legale © Agenzia France-Presse

All’esterno, diverse centinaia di sostenitori di Berisha hanno protestato mentre la polizia circondava l’edificio del parlamento e gli agenti equipaggiati con idranti restavano a guardare.

“Corruzione passiva”

L’ex politico e suo genero Jamarber Maltese sono stati incriminati a ottobre con l’accusa di “corruzione passiva” risalente al 2008, quando il governo di Berisha introdusse una legge che consentiva la privatizzazione degli impianti sportivi espropriati sotto il comunismo.

READ  La candidata repubblicana Nikki Haley non vuole diventare vicepresidente se vince il suo rivale Trump al di fuori

Il procuratore speciale per la corruzione e la criminalità organizzata sostiene che i cambiamenti nella legge hanno favorito iniziative imprenditoriali in cui Berisha e Maltese avevano interessi finanziari e che i due hanno ricevuto tangenti per un valore di 5,4 milioni di euro.

Si dice che maltese abbia utilizzato la legge per convertire in appartamenti un complesso sportivo a Tirana di proprietà del Ministero della Difesa. È stato arrestato dopo che erano state mosse accuse contro di lui. A Berisha non è stato permesso di lasciare il paese.

L’accusa ha chiesto un voto sulla revoca dell’immunità dell’ex leader dopo che questi si è rifiutato di collaborare con le autorità durante le indagini e ha ignorato l’obbligo di presentarsi alla polizia due volte al mese.

Divieto di ingresso negli Stati Uniti e nel Regno Unito

L’anno scorso a Berisha è stato anche vietato l’ingresso negli Stati Uniti e nel Regno Unito a causa del suo presunto coinvolgimento nella criminalità organizzata e nella corruzione.

Gli Stati Uniti accusano Berisha di “appropriazione indebita di fondi pubblici e di interferenza nelle operazioni pubbliche” e affermano che come primo ministro “ha usato il suo potere per il proprio tornaconto” e “ha arricchito” i suoi familiari e i suoi alleati. Lui nega queste accuse.

L’Albania è regolarmente considerata uno dei paesi più corrotti d’Europa.