QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Gastenhuis Nijmegen, una casa amorevole per persone affette da demenza, apre le sue porte

Gastenhuis Nijmegen, una casa amorevole per persone affette da demenza, apre le sue porte

Dai nostri redattori

30 maggio 2024

Mercoledì 29 maggio si sono aperte ufficialmente le porte dell’Het Gastenhuis Nijmegen. Alla presenza del sindaco della città Hubert Bruls e della fondatrice della guest house Annemieke Bambach ha avuto luogo la cerimonia di apertura di questa splendida location nel nuovo quartiere di Hart van de Waalsprong.

Nel suo discorso, il sindaco ha sottolineato la rapida crescita della città e l’urgente bisogno di strutture residenziali di qualità. Ha descritto Het Gastenhuis come un’aggiunta molto gradita sia alla città che al quartiere, dove le persone affette da demenza possono vivere e vivere in modo rispettoso.

Responsabile di cantiere in tirocinio Marlos Haxmann Hanno accolto con entusiasmo i primi residenti e il nuovo team di assistenza in questo bellissimo sito.

Hotel Gastenhuis Nijmegen, guidato dai gestori del sito Bianca Waltman E Corinne Akers van LokvenOffre una casa accogliente per le persone affette da demenza con 23 appartamenti, quattro dei quali adatti alle coppie. Ci sono ancora alcuni appartamenti disponibili.

Decide il residente
L’attenzione personale, la libertà e l’autogestione dei residenti sono fondamentali all’Het Gastenhuis. I residenti decidono da soli come vivere, con chi interagire e cosa fare. E la sanità si muove con loro, e non viceversa. Le persone stanno arredando i propri appartamenti. E puoi semplicemente uscire a fare una passeggiata, fare una commissione o visitare. La famiglia può anche andare e venire a suo piacimento.

La popolazione andrà mai perduta? Gli verrà poi fornito un localizzatore GPS, così un membro dello staff potrà andarlo a prendere se necessario. Ci sono chef interni che cucinano ogni giorno pasti freschi e sani, insieme ai residenti. I residenti partecipano alle faccende domestiche, finché possono. Se la malattia si sviluppa, le cure aumentano inosservate e non dovranno mai più spostarsi.

READ  Molte variazioni nella pratica in PEG Care | Mednet

Anneke Bambach, titolare dell’Hospice Initiative: “È proprio la normalizzazione dell’assistenza agli anziani che garantisce qualità organizzandola su piccola scala e nel mezzo del quartiere, con una bassa proprietà nell’organizzazione. Il nostro concetto costa meno alla società una normale casa di cura. Anche se aderiamo allo stesso quadro di qualità, abbiamo residenti che trasferiscono i loro animali domestici con loro, abbiamo allestito per loro un angolo studio e loro continuano ad andare al loro club di scacchi o a bere qualcosa nel loro bar preferito. , e vediamo anche i benefici di una maggiore soddisfazione lavorativa, connettività di quartiere e comprensione della demenza nella zona”.

Elevata soddisfazione dei clienti e dei dipendenti
Il fatto che questo concetto funzioni bene è dimostrato dall’altissima soddisfazione dei clienti e del personale (9.0 e 8.4, ZorgfocuZ 2023) e dalle risposte entusiastiche dei medici di medicina generale con cui collabora Het Gastenhuis.

saperne di più?
uno sguardo a hetgastenhuis.nl/nijmegen

Fotografo: Béudien Doigkersloot


Condividi questo messaggio: