QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

GGD: due segnalazioni di bambini piccoli con pertosse ogni settimana

GGD: due segnalazioni di bambini piccoli con pertosse ogni settimana

Attualmente si registra un picco nel numero di casi di pertosse. Questa malattia è particolarmente pericolosa per i bambini. Negli ultimi mesi il servizio sanitario ha ricevuto in media due segnalazioni di pertosse a settimana nei bambini da 0 a 4 anni.

Il RIVM ha affermato la settimana scorsa che il numero di segnalazioni di persone infette da pertosse era ancora in aumento a livello nazionale. Nelle prime due settimane di questo mese, 1.800 persone sono state segnalate infette da pertosse, tra cui circa 50 bambini. Per l'anno 2024, il numero finora raggiunge le 5.300 persone, tra cui 276 bambini. Si tratta di cifre molto elevate rispetto agli anni precedenti, anche in Frisia.

“Sì, attualmente c'è un picco elevato nel numero di casi di pertosse”, afferma Everhard Hofstra, medico di controllo delle malattie infettive presso GGD Fryslân. Questo servizio ha registrato nelle ultime nove settimane diciotto casi di pertosse in bambini da 0 a 4 anni. Questi i bambini risultati positivi.

Hofstra non è molto generoso con gli altri personaggi, perché pensa che non significhino molto. “Nelle statistiche si vedono solo le persone che sono state sottoposte al test, ma non tutti quelli con la pertosse sono stati testati.”

Tutti i bambini sono stati vaccinati

In linea di principio, nei Paesi Bassi tutti i bambini vengono vaccinati contro la pertosse e da circa otto anni vengono vaccinate anche le donne incinte (vaccinazione della 22a settimana). Nel tempo, la protezione diminuisce e puoi contrarre la pertosse. Hofstra: “Se fossi stato vaccinato da bambino, i tuoi disturbi sarebbero meno gravi e saresti meno contagioso”.

READ  Come si forma il muco in noi e in altri mammiferi?

GGD ha appreso che i bambini di diverse scuole primarie sono infetti dalla malattia. “Ci sono molte segnalazioni della malattia. In alcuni casi inviamo una lettera pubblica per informare i genitori. In linea di principio dovrebbe scomparire da sola, ma nelle persone deboli a volte viene curata con i farmaci diffusione della malattia è una buona igiene, proprio come la situazione con Corona, ed evitare il contatto con persone vulnerabili, come le donne incinte”.

Il medico spiega che l'importante è prevenire il contagio dei neonati, che sono il gruppo più a rischio. Per questo motivo, GGD effettua anche la ricerca della fonte e dei contatti quando viene segnalata la pertosse. “Vogliamo poi sapere se ci sono bambini molto piccoli nella famiglia o nell'ambiente immediato, che è il gruppo che finisce in ospedale.”

Pandemia di corona

Ogni due o quattro anni si registra un picco nel numero di casi di pertosse. Secondo Hofstra, l’attuale picco è ancora legato alla pandemia di Corona. “All'epoca ci tenevamo a distanza, quindi non abbiamo avuto contagi in quel momento. Ora siamo di nuovo insieme, il che rende il tutto ancora più rotondo”.

Martedì, il RIVM ha istituito un nuovo Outbreak Management Team (OMT) a causa dell’epidemia di diversi casi di morbillo nel sud del paese. OMT consiglia ai GGD di adottare misure aggiuntive. Secondo Hofstra in Frisia non sono ancora noti casi di morbillo. Ma ci stiamo preparando alla pandemia. Garantiamo che la nostra fornitura di informazioni sia corretta.”