QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Google lancia la seconda versione beta di Android 15 con la funzionalità di nascondere applicazioni – tablet e telefoni – Notizie

Google ha rilasciato la seconda beta di Android 15. Questa include lo spazio privato. Ciò consente agli utenti di nascondere le app Android in un ambiente separato, a cui è possibile accedere solo dopo l'autenticazione con PIN o impronta digitale.

Spazio privato Android 15
Spazio privato in Android 15.
Fonte: Google

Funzionalità Spazio privato in Android 15 Funziona creando un profilo separato, che viene messo in pausa una volta bloccato il telefono. È possibile accedere a questo profilo tramite il cassetto delle app. Le applicazioni vengono visualizzate in un “contenitore” separato. Gli utenti possono proteggere lo spazio privato con un ulteriore livello di autenticazione in modo che non sia possibile accedervi immediatamente quando il telefono stesso viene sbloccato. Ciò può essere fatto, ad esempio, utilizzando un PIN o un'impronta digitale.

Le app nello Spazio privato sono nascoste da impostazioni, notifiche, visualizzazione multitasking e altre app finché il profilo è bloccato. Anche i tuoi contenuti multimediali, file e account vengono tenuti separati dal profilo “primario”. IL 'Foglio di condivisione del sistema“, che consente agli utenti di inviare file, collegamenti e altro ad altri utenti o applicazioni, è possibile con questo contenuto, a condizione che lo spazio privato sia bloccato. Lo stesso vale per AndroideSelettore di immagini. Google ha riferito che attualmente è presente un bug nella beta che circonda Private Space, che “influisce sulle icone delle app nella schermata principale”. Questo sarà risolto in pochi giorni.

Altre nuove funzionalità: coppie di app, migliore immagine nell'immagine e altro ancora

La nuova beta di Android introduce anche coppie di app. Gli utenti con un tablet o un dispositivo pieghevole possono selezionare due app da visualizzare affiancate. È quindi possibile posizionare un collegamento nella schermata iniziale, aprendo immediatamente questo gruppo. C'è anche una funzione predittiva migliorata. Ciò consente agli utenti di vedere un'anteprima quando “vanno” di nuovo scorrendo sullo schermo. In questo modo potranno vedere dove andranno a finire. Questa funzionalità è già inclusa in Android 14, ma è disponibile solo come funzionalità opzionale per gli sviluppatori. Sembra essere diventato standard in Android 15.

READ  DAB+ Brabante Fiammingo, Radio Angel, Apple Music – RadioVisie

Ci sono anche molte nuove funzionalità più piccole nella nuova beta di Android 15 e così le transizioni da e verso Immagini nelle immaginiLa situazione è più tranquilla. Le app possono anche impostare diversi tipi di vibrazioni per le notifiche in arrivo per ciascun canale. Ciò semplifica il riconoscimento dei diversi tipi di notifiche senza guardare il telefono. Inoltre dav1d, il decoder AV1 dello sviluppatore VLC VideoLAN, è ora disponibile di serie per gli smartphone che non dispongono di un decoder AV1 a bordo. Dav1d è disponibile anche sul Play Store.

Ora è possibile per le app evidenziare solo le foto e i video selezionati più recenti se accedono solo parzialmente ai contenuti multimediali sul telefono dell'app. Questo dovrebbe “migliorare l'esperienza dell'utente per le app che richiedono regolarmente l'accesso a foto e video”. Inoltre, le “app canaglia” non potranno portare in primo piano le app in esecuzione in background, il che migliorerebbe la sicurezza di Android.

La nuova beta di Android 15 non è più disponibile solo per i dispositivi Google Pixel. Ora esistono anche versioni per telefoni di produttori come Honor, Lenovo, Nothing, OnePlus, OPPO, Realme, Vivo e Xiaomi. Google ha segnalato che alcune funzionalità potrebbero mancare nei modelli di telefoni di altri produttori. Strutture Disponibile sul sito web degli sviluppatori Android.

Coppie di app Android 15
Coppie di app in Android 15. Fonte: Google