QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I croati vedono un forte aumento dei prezzi dopo l’introduzione dell’euro | Economia

Due giorni dopo l’introduzione dell’euro, molti croati sono scioccati da quello che vedono come un improvviso aumento dei prezzi nel loro paese. Ci sono molte lamentele sui social media sul fatto che il cibo stia diventando (molto) più costoso. L’effetto può essere sentito anche nel settore dell’ospitalità. Il ministro delle finanze Davor Filipović ha dichiarato che indagherà e prometterà di agire se necessario.

Filipovic ritiene che la situazione sia oggetto di abusi nel commercio. L’inflazione già preoccupante sarà solo parzialmente respinta dal passaggio all’euro.

La kuna croata è stata ufficialmente sostituita dall’euro dal 1° gennaio. È ancora possibile pagare con Kona fino al 14 gennaio, ma a quel punto dovrebbe essere scaduto. Il prezzo di un euro è di 7,44 kune. Il riscatto è possibile fino alla fine di febbraio.

Secondo quanto riportato sui social media, il costo di una tazzina di caffè in un bar – calcolato in euro – è da 10 a 20 centesimi in più rispetto a fine dicembre. Una pagnotta costerebbe sette centesimi in più, il formaggio un quarto in più e la pizza un terzo in più.

READ  Il prezzo del bitcoin è rimbalzato quando sono stati estratti 19 milioni di BTC » Crypto Insider