QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

I pesi massimi spingono Bel20 in zona rossa

I pesi massimi spingono Bel20 in zona rossa

(EPMFN) Martedì la Borsa di Bruxelles ha chiuso in ribasso, con l’indice Bel20 che ha perso lo 0,9% a 3.948 punti, principalmente a causa del calo dei pesi massimi Argenx, KBC e AB InBev.

Martedì la Borsa di New York ha riaperto i battenti dopo un lungo fine settimana. Nvidia ha continuato la sua crescita con guadagni di oltre il 5% in prima serata.

Tuttavia, la propensione al rischio è bassa tra gli investitori in vista dei dati sull’inflazione statunitense di venerdì.

Questo rapporto determinerà la politica monetaria della Fed e quindi potrebbe causare una certa volatilità.

Nel frattempo, Philipp Jessels, capo stratega di BNP Paribas Fortis, ha osservato che le aspettative del mercato per un taglio dei tassi da parte della Fed stanno rapidamente diminuendo.

François Villeroy de Galhau della Banca centrale europea ha osservato che dopo il primo taglio dei tassi d’interesse, forse la prossima settimana, non si può escludere che ne seguirà un secondo a luglio.

Tuttavia, Gijsels ritiene che ciò accadrà solo se i dati sull’inflazione miglioreranno leggermente. Venerdì sulla lista compariranno anche i dati sull’inflazione europea.

Sul mercato obbligazionario, in prima serata il rendimento decennale tedesco è salito di tre punti base al 2,58%, mentre quello americano è salito al 4,48%.

Il greggio Brent è aumentato di circa l’1%. Geisels ha sottolineato che purtroppo le tensioni in Medio Oriente si stanno nuovamente intensificando, poiché l’uccisione di una guardia di frontiera egiziana fa temere un’escalation del conflitto.

“Ma per vedere un vero grande movimento dei prezzi, dobbiamo aspettare che l’OPEC + veda in che misura manterranno i tagli alla produzione. Non dobbiamo dimenticare che il prezzo del petrolio, ma nell’ordine dei derivati, il prezzo di tutte le materie prime, è importante per l’inflazione, e ad essa è ovviamente legato anche il tasso di interesse”.

READ  Il capo analista afferma che Crypto Asset guiderà il recupero del mercato rialzista

Sul fronte valutario, nelle prime ore della serata l’euro veniva scambiato a 1,0877 dollari.

A Bruxelles, l’agenzia federale del debito belga ha annunciato martedì che sono stati raccolti quasi 104 milioni di euro in titoli di stato dopo il secondo giorno di presentazione dei documenti.

Quelli che si alzano e quelli che cadono

Martedì la maggior parte dei titoli del Bel20 hanno chiuso in rosso, ad eccezione di Aedifica, che è salito dello 0,6% e del peer settoriale WDP, che è salito dello 0,7%. Solo Melexis ha ottenuto risultati migliori, con un aumento del prezzo delle azioni dell’1,1%.

D’Ieteren, che giovedì terrà la sua riunione annuale e pubblicherà anche un aggiornamento trimestrale, è salito dello 0,4%.

I pesi massimi Argenx e KBC hanno invece perso circa l’1,5%. Le azioni di AB InBev sono scese del 2,0%.

Al di fuori dell’indice principale, l’IBA è cresciuto dell’1,9%, mentre il DEME ha perso il 2,5%.

Le azioni Smallcap Unifiedpost sono scese del 5,1% a 3,33 euro. Tuttavia, Degroof Petercam ha alzato il suo obiettivo di prezzo per il fintech da 2,80 € a 3,10 €, pur mantenendo la raccomandazione di Houden.

Le azioni volatili di Belisi sono aumentate del 6,5%, mentre Sequana Medical è aumentata di oltre l’8%.

Wall Street

Alla fine della giornata di negoziazione europea, la Borsa di New York mancava di direzione.

Fonte: Notizie finanziarie ABM

ABM Financial News è una risorsa per notizie, video e dati sul mercato azionario, sia per piattaforme e sale di negoziazione in tempo reale che per pubblicazioni multimediali online e offline. Le informazioni contenute in questo articolo non intendono fornire una consulenza professionale in materia di investimenti o una raccomandazione per effettuare investimenti particolari.