QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il chirurgo dell’UMC di Amsterdam sta raccogliendo fondi per la malattia di Crohn nel giorno del re

Il chirurgo dell’UMC di Amsterdam sta raccogliendo fondi per la malattia di Crohn nel giorno del re

Il chirurgo Jarmila van der Bilt (47), che lavora all’UMC di Amsterdam e al Flevoziekenhuis, sta raccogliendo fondi con #kroontjesvoorcrohn per la ricerca sulla malattia di Crohn.

Tom Grossfeld

Perché questo è importante?

“Lavoro con queste persone ogni giorno, le opero, ascolto le storie in studio. E sono così tristi. Colpisce i giovani, di solito tra i 15 e i 30 anni, nel pieno della loro vita. A volte hanno mettere il cibo in un frullatore durante la cena.” Natale, e non osano uscire di casa perché devono andare in bagno così spesso.”

Perché concentrarsi specificamente sulla malattia di Crohn?

“Ne vediamo le conseguenze. Non è una questione di vita o di morte, è una questione di vita o non vita. Nel King’s Day, questa disparità è chiaramente visibile: tutti escono, festeggiano, mangiano e bevono e navigano in un barca. Non molte persone con Crohn possono farlo. Allo stesso tempo, molti soldi per la ricerca vanno in oncologia, per esempio, ed è difficile ottenere finanziamenti per questo tipo di malattie”.

Cos’è comunque cron?

È una malattia intestinale in cui l’infiammazione può verificarsi in diverse parti dell’intestino. Il ciclo può essere irregolare. A volte soffri, a volte le cose migliorano. Ciò che è importante: la diagnosi richiede in media molto tempo. È particolarmente importante che i giovani scoprano rapidamente se hanno il morbo di Crohn, perché rischiano di perdersi una parte così importante della vita. Se la diagnosi richiede troppo tempo, i tuoi sogni potrebbero crollare.

Sta raccogliendo fondi per la ricerca sulla diagnosi precoce.

“I proventi andranno a un grande studio nazionale. Con una diagnosi tempestiva, speriamo di migliorare la qualità della vita. Questo è lo scopo di questo lavoro”.

READ  Visitare il museo fa bene alla salute degli anziani. Anche se questa è una visita virtuale