QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il Dipartimento Mobilità annuncerà solo eventi sanitari…

Il Dipartimento di Stato fiammingo per la mobilità e i lavori pubblici (MOW) è a conoscenza della contaminazione da PFAS, PFOS e PFOS intorno al sito 3M dal 2017, ma solo questa primavera è stato informato anche dei rischi per la salute. Lo ha affermato il segretario generale del dipartimento Philipp Boelert della Commissione parlamentare d’inchiesta fiamminga.

Boelaert è venuto alla commissione per spiegare il ruolo del suo dipartimento nell’intero profilo PFOS, e quindi anche nel collegamento Oosterweel, il cui cantiere si trova in parte nell’area contaminata. Ha confermato, secondo l’agenzia di stampa belga Non è “responsabile dell’intera area della politica della mobilità e dei lavori pubblici”, ma è in qualche modo un “first-to-peer” insieme ad altri servizi come l’Agenzia per le strade e il traffico e un cliente di Oosterweel Lantis. Secondo Boehlert, quest’ultimo è responsabile dell’esecuzione dei lavori. Il Dipartimento del Lavoro fornisce supporto politico e lavoro di coordinamento.

“Abbiamo risorse molto limitate in termini di esperienza nell’inquinamento del suolo”, afferma Boehlert. Quindi dobbiamo lavorare con altri servizi per i quali questo è un compito essenziale. La nostra divisione ha anche risparmiato il 25% negli ultimi 15 anni. Secondo Boehlert, il suo dipartimento è impegnato, tra le altre cose, nella condivisione delle conoscenze e nella mappatura dell’impatto dell’inquinamento specifico sul prezzo di costo e sui tempi di cantiere.

“Si presume che gli standard attuali fossero corretti”

“Ad esempio, abbiamo notato che era necessario un framework per PFOS quando le normative sono cambiate nei Paesi Bassi”, afferma Boelaert. Ma questo non era correlato ai rischi per la salute, perché ci siamo concentrati su criteri applicabili in quel momento. Abbiamo presupposto che gli standard attuali siano in atto per gestire i rischi per la salute. Dopo la prima segnalazione della contaminazione, sono stati contattati Ovam e VMM, che condurranno un’ulteriore analisi del problema, secondo Boelaert. Per il rapporto Ovam, anche il tossicologo Jan Tytgat si è basato, ad esempio, sullo standard RIVM, l’Istituto nazionale olandese per la salute pubblica e l’ambiente.

READ  Un aspetto li ha infastiditi: un paio di vendite "alla cieca"... (Alter)