QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il giudice respinge l’accusa di cartello contro Facebook | Economia

Dopo la sentenza, la quota di Facebook a Wall Street è aumentata. Per la prima volta, l’azienda ha superato il limite simbolico di 1.000 miliardi di dollari di valore di mercato (840 milioni di euro).

Facebook è stato citato in giudizio dalla FTC e dai pubblici ministeri in 46 stati degli Stati Uniti alla fine dello scorso anno. Hanno accusato Facebook di aver cercato per anni di eliminare potenziali concorrenti, anche acquistandoli. Oltre ad acquistare società che potrebbero trasformarsi in concorrenti, la società del CEO Mark Zuckerberg lo ha fatto anche imponendo condizioni agli sviluppatori di software che rendevano difficile competere con Facebook stesso. Inoltre, secondo l’accusa, Facebook ha impedito agli sviluppatori di accedere a determinate informazioni.

Facebook ha affermato in precedenza che i querelanti non hanno tenuto conto, tra le altre cose, “della realtà dell’industria high-tech dinamica e intensamente competitiva in cui opera Facebook”. Il giudice di Washington ha ora affermato di essere ampiamente d’accordo con le argomentazioni di Facebook e che l’accusa della FTC non è stata sufficientemente motivata legalmente e di fatto.

I denuncianti volevano punire Facebook e risarcire l’abuso di potere. Questo può essere fatto annullando le acquisizioni precedenti, ad esempio WhatsApp e Instagram. La FTC ha l’opportunità di presentare nuovamente una nuova accusa contro Facebook.

READ  Google non sfugge a una multa di miliardi di euro