QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il gruppo russo Wagner vuole reclutare 30.000 nuovi mercenari |  Guerra Ucraina e Russia

Il gruppo russo Wagner vuole reclutare 30.000 nuovi mercenari | Guerra Ucraina e Russia

L’esercito mercenario russo di Wagner vuole reclutare nuovi membri su vasta scala. Entro metà maggio, il gruppo vuole reclutare 30.000 nuovi mercenari, ha riferito il capo di Wagner Yevgeny Prigozhin tramite il servizio di messaggistica Telegram.

La scorsa settimana, si dice che Wagner abbia aperto centri di reclutamento in 42 città russe, dove ogni giorno vengono reclutate da 500 a 800 persone, secondo Prigozhin. Questi numeri non sono stati verificati in modo indipendente.

Il gruppo Wagner ha subito pesanti perdite nella guerra in Ucraina, specialmente nei mesi di battaglia per il controllo della città di Bashmoyet. A gennaio, gli Stati Uniti hanno rilasciato stime secondo cui 50.000 mercenari erano attivi per Wagner in Ucraina, 40.000 dei quali reclutati dalle prigioni russe. I mercenari sono ricercati anche nelle scuole superiori e persino sui siti porno.

Aspetto. Wagner sta cercando nuovi lottatori con una pubblicità su Pornhub

Funzionari ucraini affermano che circa 30.000 mercenari sono fuggiti, sono stati uccisi o feriti durante la guerra. Questi numeri non sono stati verificati in modo indipendente.

Prigozhin ha condotto per mesi un’attiva campagna di pubbliche relazioni per evidenziare il ruolo del gruppo Wagner nell’offensiva russa, lamentandosi regolarmente del fatto che la leadership militare non sta dando abbastanza credito all’esercito mercenario. Si è anche lamentato della mancanza di munizioni che riceve dall’esercito russo.



Aspetto. Il filmato mostra le truppe russe di Wagner che si sparano a vicenda in una caotica battaglia di trincea

Aspetto. Questi sono uccelli magiari, la controparte ucraina di Wagner

Guarda anche. Tutto sulla guerra tra Russia e Ucraina in immagini


READ  Trovati in Nepal i corpi di alpinisti francesi scomparsi | All'estero