QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il nuovo produttore di chip giapponese Rapidus apre una filiale negli Stati Uniti – IT Pro – Notizie

Rapidus, un nuovo produttore di chip giapponese, ha iniziato a fondare una filiale negli Stati Uniti. L'azienda vuole reclutare e supportare clienti americani attraverso questa attività. Rapidus mira a produrre chip da 2 nanometri entro la fine di questo decennio nella sua fabbrica giapponese, che è ancora in costruzione.

La nuova azienda americana si chiama Rapidus Design Solutions, Lo scrive il chipmaker in un comunicato stampa. Il primo ufficio dell'azienda sarà a Santa Clara, dove hanno sede anche Nvidia e Intel. RDS dovrebbe reclutare clienti americani e collaborare allo sviluppo di chip. Secondo il produttore di chip si tratta di definizione favole Aziende che progettano i chip, ma non li producono direttamente.

I clienti della Silicon Valley costituiranno inizialmente gran parte della base clienti di Rapidus, ha affermato Atsuyoshi Koike, CEO di Rapidus. Contro Nikki, tra gli altri. Probabilmente riguarderà soprattutto startup e nuove imprese. Rapidus aveva precedentemente annunciato una partnership con Tenstorrent. Questa è un'azienda canadese che progetta chip di intelligenza artificiale. Tenstorrent è guidato dal veterano di AMD e Apple Jim Keller.

Henri Richard sarà responsabile della filiale americana Rapidus. In precedenza ha lavorato presso aziende come AMD, IBM, NetApp e SanDisk, riferisce il produttore di chip. Richard ha già riunito “il team dirigenziale chiave per le vendite e il marketing di Rapidus negli Stati Uniti”, ha affermato la società.

Rapidus è stata fondata nel 2022 dal governo giapponese e da un consorzio di importanti aziende e partner di investimento giapponesi. Ciò include, ad esempio, Sony, Toyota, Kioxia, NEC e SoftBank. L'azienda vuole iniziare a produrre chip da 2 nanometri nel 2027. Rapidus collabora con l'azienda americana IBM e altri. Il produttore di chip afferma di avere già “più di cento” ingegneri che lavorano con i ricercatori IBM presso il campus Albany NanoTech nello stato di New York. Supporta anche il belga Rapidus imec.

READ  I giovani contribuiscono per circa il 20 per cento del loro contributo all'acquisto di immobili | consumatore

All’inizio di questo mese, il governo giapponese ha annunciato che avrebbe fornito ulteriore sostegno a Rapidus. L'importo totale ammonta a 3,6 miliardi di euro. I fondi vengono utilizzati tra l'altro per la produzione di chip, anche se una parte viene destinata anche alla ricerca sul confezionamento dei chip, ad esempio per il “confezionamento” dei chip. Rapidus diventerà una fonderia offshore che produce trucioli esclusivamente per altre aziende, proprio come TSMC.

Rapidus Corporation degli Stati Uniti
Da sinistra a destra: il CEO di IBM Semiconductors Dr. Mukesh Kher, il CEO di Rapidus Atsuyoshi Koike e il CEO di RDS Henri Richard. fonte: Rapido