QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il pilota motociclistico di Stafford Giano Weijer soddisfatto dell'inizio della stagione in Italia: “Il prossimo obiettivo è segnare punti”

Il pilota motociclistico di Stafford Giano Weijer soddisfatto dell'inizio della stagione in Italia: “Il prossimo obiettivo è segnare punti”

Con il 24° e il 19° posto a Misano, in Italia, il quindicenne Kiano Weijer non ha ancora segnato alcun punto nella battaglia per la European Talent Cup. Tuttavia, il talentuoso motociclista di Stafford si sente bene per il fine settimana di apertura del suo secondo anno in questa classe altamente competitiva.

Veijer ha debuttato lo scorso anno nell'ETC, il campionato europeo ufficiale per i talenti emergenti del motorsport. Ha fatto il passaggio dopo due stagioni di successo nel meno aggressivo campionato britannico. Dopo una stagione senza punti, il giovane Stafforster spera di fare di più in questa stagione.

Peso dalle spalle

Poiché l'ETC dispone di un ampio campo di partenza, ogni pilota deve assicurarsi una posizione di partenza per la gara in qualifica. Ha solo trenta posti. L'anno scorso Keanu Weiger ha continuato ad andarsene.

“Il primo obiettivo per la gara inaugurale del 2024 era qualificarsi direttamente per la gara principale, e ci sono riuscito”, riflette. Il giovane pilota ha anche fatto segnare il miglior tempo nella prima sessione di qualifiche bagnata. “Ero già bravo nelle prove libere sulla pista bagnata, ma dopo una brutta caduta ho perso il buon feeling. Per fortuna ho recuperato velocemente e mi sono qualificato velocemente per il secondo turno di qualifica. Poi mi sono tolto un peso dalle spalle.

Su pista asciutta Weiger ha dovuto cedere più tempo e il suo posto era la 24esima posizione di partenza. Questo è stato il suo risultato nella prima gara, senza conquistare una posizione. “Sono partito bene, ma non avevo molta velocità, quindi non potevo lottare con i piloti davanti a me. Quando ho fatto esplodere la gomma posteriore, ho dovuto lasciare che il gruppo davanti a me.

READ  Aggiornamento II | "Il camionista che ha colpito la Ribellione deve già consegnare la patente in Italia"

Una regolazione del cambio e un'alta velocità nella seconda gara sono state molto migliori, determinando un 19° posto finale. “Nella seconda gara sono riuscito a stare con una buona squadra con cui potevo davvero competere. Ho potuto imparare molto lì e sono molto soddisfatto di questo risultato.

Barcellona

Ora che il primo passo è stato fatto, Kiano Weijer guarda già avanti. “Ora che sono riuscito a qualificarmi direttamente, il prossimo obiettivo è ottenere punti. Anche io sento che è possibile. Se riesco a fare passi veloci, spero di competere per la top 10 in questa stagione.

Per fare questo passo necessario, Weijer vivrà a Barcellona per sei mesi dopo gli esami scolastici in modo da potersi allenare con altri piloti su moto da cross, flat track e trial. È anche il percorso che suo cugino Colin Wager ha già percorso nel suo cammino verso il Campionato del Mondo Moto3. “Spero di migliorare in pista con una varietà di esercizi.”

Ma molto allenamento non si fa solo in moto. Insieme all'allenatore Steph Robben abbiamo lavorato a lungo anche sulla forma fisica di Keanu Weiger. “Ha creato programmi che mi hanno fatto allenare molto di più. Mi ha reso più forte fisicamente e mentalmente. Poiché puoi gestire di più fisicamente, anche la parte mentale diventa più forte. Questo è un bel vantaggio”.

Veijer è cresciuto davvero molto a livello fisico. “L'anno scorso ero ancora a 1,55 metri, adesso invece sono già a 1,74 metri. È già un po' troppo per i motori più piccoli della Moto3 dell'ETC. Per fortuna sono cresciuto e non noto grossi inconvenienti la mia altezza durante le gare.”

READ  Il 105° tour in Italia sembrava diverso: emozionante, ma non troppo brillante | Zero

A Estoril

La prossima gara per Kiano Weijer è prevista per il prossimo fine settimana a Estoril, in Portogallo, una situazione perfetta per il giovane pilota. “Penso che potremo fare bene all’Estoril. Otteniamo un nuovo blocco nel motore che dovrebbe portare ad una certa velocità extra. È prevista anche una gara sul circuito di Valencia più avanti nel corso dell'anno. Ho già fatto vedere dei buoni tempi nei test invernali, quindi non vedo l'ora che arrivi anche quella gara. Le basi sono ottime e voglio continuare a costruirci sopra.