QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il premier de Crowe conferma: “Il bonus Corona è negoziato per ogni azienda o per settore” dopo aver discusso l’accordo salariale del governo |  L’interno

Il premier de Crowe conferma: “Il bonus Corona è negoziato per ogni azienda o per settore” dopo aver discusso l’accordo salariale del governo | L’interno

Il governo de Crowe ha raggiunto ieri sera un accordo salariale. Le aziende che hanno ottenuto buoni risultati durante la crisi Corona, ad esempio, ottengono un premio netto una tantum fino a € 500. Ancora una volta c’è un dibattito: liberali e socialisti non sembrano essere d’accordo sull’opportunità di negoziare i premi netti per azienda o per settore. Il primo ministro Alexander de Crowe ora conferma che si applicherà a entrambi.




Oltre a Corona, 500 euro netti sono in cima all’aumento salariale dello 0,4% dell’indice. Il premio assumerà la forma di un buono di consumo, come spiegato dal ministro del Lavoro Pierre Yves Derman (PS) Gabinetto. Sarà esentasse. Il Consiglio dei Ministri prevede inoltre che il bonus venga negoziato per ogni settore o per azienda.

Anche il presidente di Vooruit Conner Rousseau ha seguito questa logica: “Chi lavora sodo dovrebbe migliorare. Questo è ciò che sta facendo questo governo: un salario minimo più alto, salari più alti, un bonus aggiuntivo di € 500 in aziende e settori che hanno ottenuto buoni risultati”, afferma Russo su Twitter.

In un tweet, il presidente di Open Vld, Egbert Lachert, sembra presumere che il bonus venga discusso solo per ciascuna azienda: “Soddisfatto del contratto di consulenza sociale di base”, sembra. “Lo standard salariale viene mantenuto in modo da preservare la nostra forza competitiva e le aziende che se la cavano bene possono dare ai propri dipendenti (all’incirca) un premio netto una tantum di 500 euro”. Secondo De Standaard, anche CD&V e MR avrebbero potuto leggere l’accordo in questo modo.

READ  40.000 nuovi posti di lavoro grazie al Recovery Plan fiammingo, ma soprattutto in settori che soffrono il soffocamento | Economia

Questo ora sembra non essere corretto. Il primo ministro Alexander de Crowe ha assicurato in Parlamento che il bonus potrebbe essere negoziato per ciascuna azienda oltre che per settore: “Ma deve andare alle aziende che hanno ottenuto risultati migliori. L’intenzione non può essere quella di immergere le persone che stanno già lottando più a fondo l’abisso.”

Sindacati

Il sindacato cristiano considerava comunque una cattiva idea pagare i premi a livello aziendale: “Per i dipendenti delle piccole imprese o senza dialogo sociale, la scomparsa del quadro settoriale è una cosa molto negativa”, afferma il presidente Pia Stalbert di ACV Voedings en Services.

Stalpaert stima che il 50 per cento delle aziende nel nostro paese non abbia una rappresentanza sindacale. “Non ci sono problemi a Colruyts e Delhaizes, ma ci sono anche molti negozi con solo dieci dipendenti, in quanto non c’è rappresentanza sindacale. Questi dipendenti hanno anche continuato a lavorare durante la pandemia di Corona per paura della loro salute”.


citazione

Il novanta per cento delle aziende ha ottenuto prestazioni scadenti, quindi è importante non dover fare qualcosa che non può essere fatto.

Danny Van Ash, Unizo

READ  Prima banca ad aumentare gli interessi di risparmio: potrebbe finalmente essere qualcosa di più? † i soldi

Anche Miranda Owens di ABVV ritiene che ciò dovrebbe essere possibile a livello settoriale, al fine di consentire a “coloro che non possono far sentire la propria voce o non hanno il necessario equilibrio di potere” di godere della ricompensa.

Yoneso

D’altra parte, l’amministratore delegato di Unizo Danny Van Assche ritiene importante che il premio sia gestito a livello aziendale: “Il novanta per cento delle aziende ha ottenuto prestazioni scadenti ed è importante che non debbano fare qualcosa che non è possibile, “Dice nel programma. The Morning” su Radio 1. Inoltre, dice, non devi necessariamente pagare l’intero importo di 500 euro.

opposizione

I partiti di opposizione N-VA e PVDA rifiutano l’accordo salariale. Anche il parlamentare dell’N-VA Bjorn Ansio inciampa sul Corona Prize. Rileva che il governo non ha fissato un punto di riferimento per determinare quali società stanno andando bene ora.

“Ad esempio, le patate bollenti ovviamente vengono spinte in vari settori in cui la pressione ora sarà molto alta per pagare un tale premio per tutti, anche se l’anno Corona passato è stato un anno disastroso per molte aziende”, dice Ancio.

Il presidente di PVDA Peter Mertens parla di “briciole”. 0,4% e un premio una tantum di € 500. Questo è il tetto massimo del governo federale per i negoziati. Anche quando vengono distribuiti dividendi, è illegale chiedere di più nei prossimi due anni. Quindi: ragazze per la classe operaia “, ha scritto su Twitter.

E adesso?

“Il governo sta ora passando le patate bollenti ai sindacati e ai datori di lavoro”, afferma Hanilur Simmons, giornalista politico per VTM NEWS. “Ad esempio, se i sindacati sono forti nella tua azienda, ci sono buone probabilità che tu riceva un bonus Corona. I sindacati non escludono che le procedure verranno seguite in alcune aziende”.

READ  Secondo 'Black Saturday' sulle strade europee a causa del traffico festivo: oltre 1.000 km di congestione del traffico in Francia questo pomeriggio viaggia

Leggi anche

Il governo raggiunge un accordo salariale: un premio fino a 500 euro netti è possibile nelle aziende con buoni risultati