QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il presidente serbo-bosniaco promette di rimanere fedele all'“amico” Putin: “L'Occidente sta cercando di convincerci a sostenere le sanzioni” |  al di fuori

Il presidente serbo-bosniaco promette di rimanere fedele all'“amico” Putin: “L'Occidente sta cercando di convincerci a sostenere le sanzioni” | al di fuori

Milorad Dodik (64 anni), presidente della parte serba della Bosnia ed Erzegovina, ha incontrato oggi il suo collega e “amico” russo Vladimir Putin (71 anni). Durante il colloquio Dodik non solo ha promesso di rimanere fedele alla Russia, ma ha anche sottolineato che farà tutto ciò che è in suo potere per evitare che la Bosnia ed Erzegovina sostenga le sanzioni occidentali contro Mosca.

Putin e Dodik si sono seduti insieme nella città russa di Kazan, nel sud-ovest del Paese. Durante la conversazione, il presidente russo ha ringraziato il suo “amico” per aver “mantenuto i rapporti con la Russia”, tra le altre cose.

Milorad Dodik, 64 anni, è presidente della Repubblica di Serbia. Questa subregione, insieme alla Federazione di Bosnia ed Erzegovina (nota anche come Federazione croato-islamica, ndr), forma lo Stato della Bosnia ed Erzegovina.

Oggi il presidente serbo-bosniaco Milorad Dodik e il presidente russo Vladimir Putin. © Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

Sanzioni occidentali

Durante l’incontro Dodik ha affermato che la Repubblica di Serbia è “sotto il controllo occidentale”. “Viviamo in una situazione difficile e siamo molto lieti che tu capisca”, ha detto a Putin. Il presidente serbo-bosniaco ha inoltre promesso che farà tutto quanto in suo potere per evitare che la Bosnia-Erzegovina aderisca alle sanzioni occidentali contro Mosca. “Anche se l’Occidente sta letteralmente cercando di dissuaderci da questa situazione”, dice Dodik.

A causa dell’invasione russa dell’Ucraina, il G7 (Australia, Canada, Unione Europea, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti) ha imposto diverse sanzioni, come il tetto ai prezzi del petrolio russo, imponendo al contempo sanzioni alla Russia. L'economia puntava al declino e rendeva più difficile il finanziamento della guerra.

READ  Ministro degli Esteri Lehbib: il Belgio non vuole il completo isolamento dalla popolazione interna russa

Aspetto. All’inizio di questo mese, Putin ha affermato che l’economia russa prospera nonostante le sanzioni: “L’Occidente vorrebbe mostrare un gesto noto con la mano”

Il presidente serbo-bosniaco ha infine confermato di avere “ottimi rapporti” con il presidente serbo Aleksandar Vucic e con il presidente ungherese Viktor Orban. “Ovviamente questo ci facilita le cose, soprattutto per quanto riguarda l'Europa”, ha detto.

L’ultima volta che Putin e Dodik si sono incontrati è stato nel maggio 2023. Fino ad allora, Dodik aveva sottolineato che la Repubblica serba sarebbe rimasta “filorussa, antioccidentale e antiamericana”.

Leggi anche:

Il presidente serbo della Bosnia assegna a Putin la medaglia d'onore per “la cura e l'amore patriottico”

analisi. L’economia russa sta già andando all’inferno. Non abbastanza veloce (+)