QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il primo ministro israeliano Netanyahu è contro lo Stato palestinese “in tutti gli scenari possibili” |  Il conflitto israelo-palestinese

Il primo ministro israeliano Netanyahu è contro lo Stato palestinese “in tutti gli scenari possibili” | Il conflitto israelo-palestinese

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato, in una conferenza stampa oggi, di essere contrario alla creazione di uno Stato palestinese “in ogni scenario possibile” dopo la guerra. Ha detto di aver informato gli Stati Uniti di questo.

Aspetto. Netanyahu: In qualsiasi accordo futuro, Israele dovrà controllare in sicurezza tutte le terre a ovest del fiume Giordano

Secondo Netanyahu, Israele accetterà l’accordo solo se otterrà il controllo militare sull’intera Striscia di Gaza. “In qualsiasi accordo futuro, Israele dovrà ottenere il controllo della sicurezza su tutte le terre a ovest del fiume Giordano. Ciò contraddice l’idea di sovranità. Ma cosa puoi fare?”

“Riceviamo terrore da ogni area da cui ci ritiriamo. Ha anche detto: “Terribile terrorismo”. Aggiunge che questo è stato il caso nel sud del Libano, così come nella Striscia di Gaza e in alcune parti della Cisgiordania. Pertanto, ritiene che il controllo israeliano della Cisgiordania sia necessario.

Il primo ministro si è inoltre impegnato a continuare l’offensiva finché Israele non otterrà una “vittoria decisiva su Hamas”. Netanyahu non ha spiegato come hanno reagito gli americani quando glielo ha detto, ma crede che “il primo ministro israeliano dovrebbe essere in grado di dire no ai nostri amici”.

Dannoso

Gli Stati Uniti hanno precedentemente invitato Israele a ridimensionare la sua offensiva e hanno affermato che la creazione di uno Stato palestinese accanto a Israele – la cosiddetta soluzione a due Stati – dovrebbe essere parte di ciò che accadrà dopo la guerra.

Putin fomenta disordini negli Stati baltici. È questo un presagio anticipato della sua invasione? (+)

READ  La Corte Suprema degli Stati Uniti non vieta la legge sull'aborto in Texas