QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Il sindaco polacco non rimpiange la presa in giro del ‘tifoso di Putin’: Salvini: ‘ipocrita’

© Agencja Wyborcza.pl tramite Reuters

Il sindaco della cittadina di confine polacca di Przemyzl Wojciech Bakun non rimpiange la beffa di estrema destra di Matteo Salvini. All’inizio di questa settimana, ha accolto il leader della Liga italiana con un regalo speciale: la maglietta del presidente russo Vladimir Putin. “È stato un gesto ipocrita da parte sua venire qui”, ha detto sabato il sindaco Bacon.

GVfonteBELGA

Salvini, che dal 2013 è leader della Lega Nord, al confine polacco-ucraino ha già alzato le sopracciglia in Italia. Salvini, infatti, è radicalmente contrario all’immigrazione e in passato si è mostrato più volte fan di Vladimir Putin. Ad esempio, una volta ha elogiato il presidente russo definendolo “il miglior statista” e qualche anno fa si è fotografato a Mosca con indosso una maglietta con la testa di Putin.

Durante una conferenza stampa congiunta, martedì il sindaco Bacon ha indossato la maglia del politico italiano e si è tolto la tanto discussa maglia. Bacon ha lasciato cadere di aver “mancato rispetto” a Salvini e lo ha invitato ad andare in un campo profughi “per vedere cosa ha fatto il tuo amico Putin”. Il politico di estrema destra camminava con la coda tra le gambe.

Le immagini dell’incidente si sono diffuse in tutto il mondo, ma Bacon non si è ancora pentito della sua reazione. “Ho detto tutto quello che volevo dirgli”, ha detto Bacon sabato durante una visita al centro di accoglienza dei rifugiati nella stazione di Przemysl. La guerra non è iniziata due giorni prima, ma Salvini ha continuato a lungo a sostenere Putin e la sua guerra. Ora è venuto improvvisamente qui per mostrare solidarietà ai rifugiati. È stato un gesto ipocrita”.

Ecco il contenuto elencato da un social network su cui vuoi scrivere o leggere i cookie. Non hai dato il permesso per questo.

READ  Migliaia di persone in Francia sono scese in piazza alla parata del 1 ° maggio ...