QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Insegnante della Florida “accusato di indottrinamento dopo la proiezione del film Disney con personaggio gay” |  al di fuori

Insegnante della Florida “accusato di indottrinamento dopo la proiezione del film Disney con personaggio gay” | al di fuori

L’insegnante Gina Barbe afferma di essere sotto inchiesta dopo aver mostrato ai suoi studenti il ​​film Disney Strange World. Presenta un personaggio gay, mentre la controversa legge sull’istruzione della Florida vieta le lezioni sull’orientamento e l’identità sessuale. Barbie dice che ora è accusata di “indottrinamento”.

Il distretto scolastico ombrello della contea di Hernando ha confermato ai media statunitensi che è stata avviata un’indagine con un insegnante a seguito di una denuncia di un genitore, che si dice sia un membro del consiglio scolastico. Questa madre crede che gli studenti di Barbie siano troppo piccoli per girare il film d’animazione al computer Strange World.

Strange World è un film di fantascienza Disney del 2022 sulla famiglia Clades, composta da esploratori alla ricerca di un mondo sconosciuto. La Disney ha anche introdotto per la prima volta un personaggio apertamente gay. Ethan Clyde è in realtà innamorato di un altro personaggio maschile, doppiato anche da Jabuki Young White, un comico americano che ama gli uomini.

Autorizzazione dei genitori

Barbie, che insegna alla Winding Waters K-8, afferma di aver scelto il film perché si adattava alla geografia e agli ecosistemi. L’insegnante ha anche richiesto moduli di autorizzazione pre-firmati dai genitori per mostrare ai suoi studenti film che richiedevano spiegazioni da parte dei genitori, simili alle nostre etichette di avvertenza 12 plus o 16 plus.

Il governatore della Florida Ron DeSantis è coinvolto in un’aspra battaglia con la Disney, il principale datore di lavoro dello stato. ©AP/AFP

Tutto il trambusto riguarda un disegno di legge sull’istruzione fortemente contestato che il governatore repubblicano della Florida Ron DeSantis ha firmato nel marzo dello scorso anno. Il Don’t Call Gay Act – come l’hanno ribattezzato gli oppositori – inizialmente vietava d’ora in poi l’insegnamento dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere agli studenti di età inferiore ai 10 anni. Di recente, la controversa legge è stata ulteriormente ampliata per coprire tutte le fasce d’età, comprese quelle con istruzione secondaria. Compresi gli 11-12 anni insegnati da Barbie, ma l’insegnante ha detto che non lo sapeva. Gli insegnanti che violano la legge possono essere sospesi e persino perdere la licenza di insegnamento.

READ  Aspetto. Un avventuriero americano vuole attraversare l'Oceano Atlantico con un gigantesco “trita criceti”, ma viene arrestato dopo minacce e minacce di bombe | strano

Disney contro DeSantis

“Non ho intenzione di indottrinare nessuno per far rispettare le mie convinzioni”, ha detto Barbie nel video di sei minuti su TikTok. “Tuttavia, sarò sempre qualcuno di cui ti puoi fidare e diffondere un messaggio di gentilezza, positività e compassione a tutti.”

Il distretto scolastico ha annunciato che in futuro non mostrerà più il film d’animazione a scuola. La CNN è stata in grado di accedere a una lettera ai genitori che indicava che il distretto scolastico sta “indagando sulla questione per vedere se sono necessarie ulteriori azioni correttive”. Secondo Barbie, i bambini sono stati portati fuori dalla classe e interrogati sul film. “Hai idea del tipo di shock che questo causerà ad alcuni degli studenti?” dice Barbie su TikTok.

La stessa Disney si oppose fermamente alla decisione di Ron DeSantis, che portò a un’aspra battaglia tra il governatore e il più grande datore di lavoro della Florida. La Disney ha portato Ron DeSantis in tribunale il mese scorso, dopodiché DeSantis ha fatto lo stesso con il gigante dell’intrattenimento statunitense.

Leggi anche.

Disney va in tribunale contro il governatore DeSantis nel conflitto in corso: “Campagna mirata”

Il governatore della Florida ribalta il diritto privato della Disney perché la società “si sveglia troppo”.