QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Instagram sta testando spot imperdibili

Esatto, non volerlo è diverso dal non poterlo fare. Per convenienza intendo anche che non dovresti spendere più per gli abbonamenti che per la spesa. Quando ti guardi intorno in quel modo è scandaloso. Facebook, Twitter e ora Instagram vogliono che tu paghi, altrimenti il ​​tuo tempo libero sarà rovinato dalla pubblicità. In TV è così fastidioso che non puoi farci nulla se vuoi davvero guardare la TV. YouTube ha annunci. Questa è l’unica cosa che pagherei perché sarebbe un vero inconveniente se il mio piacere di visione fosse interrotto (ho una Apple TV, quindi devo pagare)

Ma le persone hanno più abbonamenti, TV, internet, palestra, cellulari e so cos’altro. Forse servizi di streaming. Per film e/o musica. I costi possono quindi aumentare parecchio.

E poi devi ancora comprare cose per sopravvivere. Questo fa parte di ciò. Ma altri sono solo per rilassarsi (guardando film e ascoltando musica), ma non si sentono molto rilassati a causa di quegli spot pubblicitari.

L’unica pubblicità che non mi dispiace troppo è quella di Facebook. Sanno esattamente cosa mi piace. Quindi più tempo sull’app. Tranne alcune cose. Come Herman Miller Mock. Considera l’idea di andartene con quella spazzatura costosa.

[Reactie gewijzigd door Holmindeboks op 4 juni 2024 11:48]

READ  Il presidente di CD&V Sami Mahdi vuole uno scenario di estinzione per le zone a basse emissioni | Locale