QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Janke Decker, moglie del giornalista cancellato Tom Eggers: “Come può la gente mentire!”

Janke Decker, moglie del giornalista cancellato Tom Eggers: “Come può la gente mentire!”

Suo marito, Tom Egbers, non pensava che fosse una buona idea, ma per Janke Dekker, 60 anni, doveva succedere: uno spettacolo dell'anno scorso poiché entrambi erano stati cancellati. Dopo che l'emittente sportiva Egbers è stata accusata di bullismo e intimidazione a seguito di una relazione con un giovane collega, l'intera famiglia è rimasta sconvolta. “Quando queste persone sconosciute non riuscivano a raggiungerci, le minacce di morte arrivavano attraverso i conti dei nostri figli”.

Haneke van Hollingen

Janke Dekker canta davanti a quasi sessanta persone nella sala del teatro. È la sua prima esperienza da solista Seguo semplicemente il mio cuore. In quarta fila, tra i volti sconosciuti, siede suo marito, Tom Eggers, chiaramente commosso. La performance li riporta al periodo in cui sedevano a casa per settimane con le tende chiuse.

Tutto è iniziato nel marzo dello scorso anno con un articolo di giornale sul clima di lavoro non sicuro nel dipartimento sportivo della NOS. Egbers, conosciuto nei Paesi Bassi come presentatore palestra in studio, Menzionato per nome: avrebbe bullizzato e intimidito una giovane collega con la quale aveva avuto una relazione per quindici anni dopo la loro rottura.

Egbers è a casa ormai da dieci mesi, in attesa di un’indagine più ampia. Vive nel rifugio e sta lavorando alla scrittura di un libro sull'Indonesia. Sua moglie, con la quale convive da 32 anni e dalla quale ha due figli adulti, ha raccontato la propria storia al giornale una settimana dopo le accuse. Insomma: era corretto, il resto era distorto.

Janke Decker: “I miei figli la chiamano come me Disastro ferroviario-colloquio. Ero emozionato e sono ancora completamente sotto shock, ma non me ne pento. Ciò che ha prevalso è stato un sentimento di ingiustizia. Abbiamo cancellato durante la notte. Abbiamo smesso di uscire e abbiamo fermato i social media. Quando queste persone sconosciute non riuscivano a raggiungerci, le minacce di morte arrivavano anche attraverso i racconti dei nostri figli. C'erano fotografi sul marciapiede. Ci sono state dette ogni genere di cose su di noi nei talk show, da parte degli ospiti del tavolo che presumibilmente stavano parlando con noi. Come possono le persone mentire! Ad un certo punto siamo scappati all’estero, in un posto segreto dove non c’era internet”.

Decker si è dimessa da presidente della Morris Foundation, un centro per la segnalazione di comportamenti inappropriati nell'industria televisiva, tra le altre cose, e ha sospeso il suo lavoro teatrale per diversi mesi. Lei e suo marito soffrivano di problemi di sonno e cardiaci e hanno cercato aiuto psicologico. Poiché le liste d'attesa erano così lunghe, Decker iniziò a scrivere le sue memorie, che ora servono come base per le sue esibizioni.

READ  BV 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Pomiljan Theis è pronto per le semifinali di “The Voice Kids” e Veronique de Kock guarda a Curacao | Ltd

Altre persone possono seppellire tali appunti in profondità nel terreno o bruciarli ritualmente. L'ho trasformato in un pezzo teatrale.

Decker: “Quando ho iniziato a scrivere, ho pensato: nessuno leggerà mai questo. Questo è solo per me. ” Durante quel periodo, Tom e io ricevemmo molte lettere da completi sconosciuti che riconoscevano la nostra situazione. Persone che avevano avuto anche relazioni in loro matrimoni, o che erano stati separati dal loro lavoro per motivi inappropriati. Una lettera è arrivata da un insegnante di scuola elementare che è stato improvvisamente licenziato dopo che un bambino ha affermato di aver abusato verbalmente di lei. Questo non è mai stato verificato! Quell'insegnante ha riconosciuto l'ingiustizia nel nostro storia.

“Per i primi sei mesi non sono riuscito a rispondere a tutte queste persone. Oggi i laptop sono dotati di schede grafiche di alta qualità. Ma poi, in estate, il mio manager Peter mi ha chiamato: non aveva mai cancellato il mio tour teatrale, che era “All'inizio si tratta di produttori di teatro che sopravvivono alla pandemia di coronavirus. Yank, cantare è la tua liberazione”, ha detto Peter. “E se stessi immaginando l'anno passato? Aspetta un attimo, ho pensato. Questa performance potrebbe diventare una risposta a tutte le persone.” che mi ha scritto. Come stai affrontando le battute d'arresto, l'ingiustizia e l'impotenza, come puoi vedere di nuovo la bellezza della vita?

Tuttavia, questo è disgustoso. Ti sei lamentato più volte che la tua questione privata è stata pubblicata sul giornale, ma ora la stai trasformando tu stessa in un'opera teatrale.

Decker: “Era anche una questione privata, ma ora la nostra privacy è in pericolo. Siamo stati dichiarati fuorilegge. Guarda, hai ancora qualcosa chiamato diritti umani universali.” (conta sulle dita) Il primo: sei innocente fino a prova contraria. Violato! Secondo: hai il diritto alla privacy e alla protezione del tuo buon nome. Anche violato! Terzo: ogni essere umano ha diritto a un giusto processo davanti a un giudice indipendente. Questo non è stato un processo giusto, ma un processo mediatico. Non c'è nessuna denuncia o denuncia contro Tom, solo accuse provenienti da fonti anonime. Anche se dimostriamo che hanno torto, le cose non andranno mai più bene. Queste accuse sono sempre sospese nell’aria. Nella mia performance posso raccontare come ho vissuto tutto questo e riportare a me stesso le nostre vite.

Immagine di un camper

Tom pensa che sia una buona idea?

Decker: “No. Ha detto: 'Ti stai rendendo troppo debole. Ottieni tutto e tutti ti vengono rimproverati. Beh, succederà anche questo. Ma non voglio essere guidato dalla paura o dalla rabbia.' Questo mi distruggerebbe. Voglio tornare alla positività'”, ha detto. A qualcosa che mi è sempre piaciuto. E cioè il teatro e il canto. Ho notato che condividere la mia storia ha anche un effetto terapeutico. Il dolore condiviso è metà del dolore : Questo è proprio vero.

Ma il teatro non è per l’autotrattamento. Come prevenirlo?

Decker: “Non cadendo nel ruolo della vittima. Ho detto al mio manager: avvisami se lo faccio. Nemmeno io voglio puntare il dito. Ecco perché non ho menzionato nessun nome nello show, nemmeno quello di mio marito. Inizialmente sono andato più nel dettaglio su questo argomento, ma ho omesso tutto questo per rendere il pezzo il più universale possibile. Non voglio ottenere ciò che mi spetta sul palco. Anche questo non interessa a nessuno. La storia più ampia è: come sopravvivi quando ti trovi di fronte a qualcosa di terribile? La mia performance è anche un invito a interagire in modo diverso. Penso che le persone dovrebbero rendersi conto di cosa succede alla persona che cancella l'iscrizione. Avevo tanta paura che qualcuno potesse fare qualcosa a me e alla mia famiglia. Ancora non vado in bici senza paura per strada.

null Immagine Astrid Zuidema/Novo

Immagine di Astrid Zuidema/Novo

“La cancellazione di tutto questo è in realtà il peggior sviluppo degli ultimi anni. Si propone il massimo sulla base di informazioni minime. In quell'articolo di giornale, il collega di Tom veniva indicato come stagista. In realtà, questo caso è iniziato solo più tardi, quando aveva già un lavoro, ma nel mondo online quella donna diventava sempre più giovane. Scherzando dissi a Tom: “Presto sarai minorenne e verrai dipinto come un pedofilo”. Ebbene, è successo anche questo. All'improvviso abbiamo iniziato ricevere minacce di morte. Secondo la polizia, questi non sono criminali, ma impiegati molto comuni e sono di colore beige. Segnalare in modo anonimo è un modo molto semplice per eliminare le celebrità senza andare in tribunale.

Le mascherine sono state sospese

Dopo l'esperienza, Decker ha ricevuto un fragoroso applauso. I visitatori si asciugano le lacrime. Anche il marito, seduto in quarta fila, soffre. Non vuole ancora rispondere all'anno scorso. Tutto quello che voglio dire è che sostengo mia moglie. Stai attento con lei.

Capisci la sua reazione?

Decker: “Sì, penso che sia molto bello. Ed ero anche felice che fosse tra il pubblico. Che abbia osato. Si sente molto in colpa. Se non avessi avuto una relazione, non avremmo mai dovuto affrontare tutto questo come una famiglia”, spiega.

Canti: “Quante volte devi chiedere scusa prima di essere perdonato?”

Decker: “Molte volte! Ma a un certo punto devi andare avanti. Non puoi rimanere bloccato in tutte quelle emozioni negative. A volte sembra che siamo soddisfatti solo quando qualcuno viene impiccato al patibolo. Non lo facciamo” “Non accettare, scusa. Te l'ho detto in “Lo show era che anch'io avevo una relazione con un uomo sposato. Quando è venuta fuori, ho perso il lavoro. Ma avevo 23 anni, una donna adulta, non una patetica, indifesa pollo. E non si può incolpare uno solo dei due.”

Ti saresti esibita altrettanto bene se tuo marito non fosse stato un noto conduttore televisivo?

Dekker: “Penso di sì. Ci sono moltissimi esempi di autori teatrali che hanno portato sul palco un evento importante della loro vita. Prendiamo ad esempio Ton Hermans, che ha scritto il suo saggio più personale sulla morte di sua moglie Rietje. Teatro ” riguarda l'onestà. Non possiamo farlo nella vita. ” Ogni giorno: tutti indossiamo maschere, fingendo che tutto vada bene e che la vita sia una grande festa. Quelle maschere si tolgono a teatro.'

Appare sul palco venti volte. Quando finirai la tua storia?

Decker: “Non posso stimarlo. Altre prenotazioni sono già state fatte, ma lo farò per anni… Erik Flasblum, il pianista che mi accompagna, ha lavorato molto con Ton Hermans. Durante una delle sue esibizioni di Reetje, Ton si fermò a metà del suo racconto e se ne andò “Dal palco. Era abbastanza. Non suonò mai più quello spettacolo.”

© Omo