QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Juice: la missione di Europa sulle lune di Giove

Juice: la missione di Europa sulle lune di Giove

Voto dell’utente: 5 / 5

Nell’aprile 2023, l’Europa lancerà una sonda spaziale senza equipaggio per esaminare da vicino la più grande luna di Giove. Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) è stato sviluppato dall’Agenzia spaziale europea ESA e dovrebbe raggiungere il gigante gassoso Giove nel luglio 2031. Successivamente, la sonda spaziale studierà da vicino le lune di Giove Ganimede ed Europa, tra le altre, in modo che anche JUICE diventi la prima sonda spaziale A in orbita attorno alla luna di un altro pianeta.

Più di 2.000 persone provenienti da 23 paesi

Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) è in costruzione presso la società aerospaziale europea Airbus Defence and Space a Friedrichshafen e peserà sei tonnellate al momento del lancio. Il veicolo spaziale è dotato di undici strumenti scientifici tra cui telecamere, spettrometri, radar e un magnetometro. Usando questi strumenti, gli scienziati vogliono saperne di più sugli oceani nascosti su alcune delle lune di Giove, oltre a studiare in profondità la composizione di queste lune. Inoltre, vogliono anche studiare i campi magnetici di Ganimede e Giove per vedere come interagiscono. Grazie ai giganteschi pannelli solari, la cui superficie totale è di 85 metri quadrati, il veicolo spaziale sarà alimentato durante il suo lungo viaggio verso Giove e lo studio delle lune di Giove. Combinati, questi grandi pannelli solari generano 800 watt di potenza, nonostante il fatto che la luce solare su Giove sia 25 volte più debole della luce solare vicino alla Terra. Per comunicare con la Terra, JUICE è dotato di una parabola satellitare del diametro di 2,5 metri. La sonda spaziale da sei tonnellate sarà lanciata il 13 aprile 2023 dal sito di lancio europeo nella Guyana francese utilizzando un potente razzo europeo Ariane V. Più di 2.000 persone in 23 paesi e da 18 istituzioni scientifiche e 83 aziende hanno lavorato sul progetto JUICE negli ultimi anni . Anche le agenzie spaziali statunitense e giapponese hanno fornito l’hardware per la missione JUICE.

READ  Microsoft sta valutando la possibilità di fare pubblicità nei menu di Windows

Panoramica degli strumenti scientifici

  • Jovis, Amorum ac Natorum Undique Scrutatore (JANUS)
  • Spettrometro per imaging di Giove e Luna (MAJIS)
  • Spettrometro a immagini ultraviolette (UVS)
  • Strumento a onde submillimetriche (SWI)
  • Altimetro laser Ganimede (GALA)
  • Radar per l’esplorazione della luna ghiacciata (RIME)
  • Magnetometro JUICE (J-MAG)
  • Pacchetto ambiente particellare (PEP)
  • Ispezione delle onde radio e al plasma (RPWI)
  • Gravità e geofisica di Giove e delle sue lune galileiane (3GM)
  • Interferometro radio planetario ed esperimento Doppler (PRIDE)

Foto: ESA

Lungo viaggio su Giove

Il viaggio di JUICE verso Giove durerà almeno otto anni. Durante questo viaggio, la sonda spaziale europea effettuerà diversi passaggi ravvicinati della Terra e di Venere. Nell’ottobre 2029, JUICE volerà vicino all’asteroide 223 Rosa. Alla fine, JUICE dovrebbe raggiungere il gigante gassoso Giove nel luglio 2031, dopodiché la navicella dovrebbe effettuare il suo primo sorvolo della luna di Giove, Ganimede. Un anno dopo, nel luglio 2032, JUICE volerà per la prima volta vicino alla luna di Giove, Europa, dopodiché il veicolo spaziale esaminerà le regioni polari e il campo magnetico di Giove. Mentre studiano la luna di Giove, Europa, gli scienziati vogliono saperne di più sulle crepe nella superficie ghiacciata della luna e sugli strani geyser che espellono acqua nello spazio. Nel dicembre 2034, JUICE dovrebbe finalmente orbitare attorno alla luna Ganimede e poi volare nel 2035 a soli 500 chilometri sopra la superficie di Ganimede. Questa sarà la prima volta che un veicolo spaziale si troverà in un’orbita stabile attorno alla luna di un altro pianeta. Mentre è in orbita attorno a Ganimede, JUICE esaminerà la composizione e il campo magnetico della più grande luna di Giove. Ganimede ha un diametro di 5.268 chilometri ed è l’unica luna planetaria con un campo magnetico. Come Europa, la luna più piccola di Giove, Ganimede ha un profondo oceano sotterraneo che potrebbe aver sostenuto la vita primitiva. I numerosi passaggi ravvicinati pianificati di Giove e delle sue lune non sono privi di rischi, poiché le radiazioni possono danneggiare gli strumenti dei veicoli spaziali e l’enorme gravità del gigante Giove può interrompere la traiettoria di volo di JUICE.

Foto: ESA

MAJIS: contributo belga a JUICE

MAJIS (Jupiter and Moon Imaging Spectrometer) è uno strumento a bordo di JUICE ed è uno spettrometro per immagini nel visibile e nell’infrarosso, che opera da 400 nm a 5,70 µm, con una risoluzione spettrale di 3-7 nm. Questo strumento può osservare nubi troposferiche e piccole specie gassose su Giove e studiare la composizione del ghiaccio e dei minerali sulla superficie delle lune ghiacciate. La risoluzione spaziale è di 75 metri su Ganimede e di circa 100 chilometri su Giove. Questo strumento è stato sviluppato dall’Astrophysical Institute Spatial in Francia in collaborazione con il Royal Belgian Institute of Aeronautics (BIRA) e il Royal Belgian Observatory (ROB).