QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La cosa migliore dell’Italia è che è lontana dalle Fiandre

Frederick D. Baker era un saggista.

Frederick D. Baker

Panorami da favola, belle donne con belle parole, sì, ma la cosa più bella dell’Italia è che è lontana dalle Fiandre. L’unico panorama che puoi ancora aspettarti nel perineo del mondo è il parcheggio di un supermercato, dove i carrelli pieni sono pieni di pozzi acidi che lamentano buoni sconto scaduti. Cemento, asfalto e facce lunghe, come si descrivono le Fiandre. Dovrò convivere con la scontrosità di quell’olandese, la gente scontrosa, o me ne andrò presto. Una perforatrice è molto divertente.

Qui vicino ad Ancona pregai una giovane donna che era stata scacciata da due grossi cani, e in quel momento favorevole le fu concesso di respirare, uno dei due dando ulteriore sollievo sul filo. Le sue perfette ciocche nere erano legate in una coda di cavallo che danzava tra le sue spalle con il suo chiacchiericcio di lettere. Mi sono svegliato dalle sue parole solo dopo che il cane ha abbaiato. L’ho ringraziata in perfetto olandese e ho guidato nella direzione sbagliata.

Bene, gli italiani non sono l’epitome della tolleranza, ma almeno ho bisogno di un dizionario per il loro odio. Beauty with Dogs avrebbe potuto essere una seconda Rachel Mussolini, e qui c’è pace sulla mia collina deserta. Tranne che ieri sera sono stato costretto a schiacciare uno scorpione contro il muro della camera da letto. Pace, va tutto bene, soprattutto per gli animali, ma non capisco bene una vacanza da favola nelle mie Fiandre. Per rimediare, questo pomeriggio ho passato mezz’ora a pescare rane dallo stagno, versando una lacrima sulla scia di lumache tagliata dal sole plumbeo.

READ  Viaggio in Italia | La migliore guida per viaggi lenti e vacanze

Non è comunque una vacanza. Le viti possono ancora seguire il pendio del giardino, le zanzare scendono sulla mia pelle come una grande nuvola, e ho dei pezzi da scrivere. Per un momento ho temuto che la Madonna di Ancona condividesse il mio cranio e questi passaggi con Larry the Cat, sputando le stesse sciocchezze inglesi che ci hanno dato Boaty McBoatface, Brexit e Boris Johnson; Per fortuna ha prevalso il buon senso e Margaret Thatcher è stata rieletta, ma non senza umorismo.

Sono persone dalla testa debole che si battono per una creatura egoista e antisociale che odia le persone. O Larry il gatto. Chi vede un tale campione della mano invisibile e spera che gli porga la mano? Quel neoliberismo è già stato intonacato sul muro di una camera da letto? Dopo tutto quello che abbiamo passato dalla crisi bancaria, chiunque percorre ancora quella strada con completa fiducia è perso.

Ma ho un suggerimento.