QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La guerra tra Israele e Hamas.  Il secondo ministro israeliano vuole nuovamente i coloni nella Striscia di Gaza e l’immigrazione palestinese

La guerra tra Israele e Hamas. Il secondo ministro israeliano vuole nuovamente i coloni nella Striscia di Gaza e l’immigrazione palestinese

Nella notte tra venerdì e sabato, diversi negozi sulla Feldstraat nella città di Gand sono stati deturpati con vernice rossa e messaggi contro la guerra a Gaza. “Si tratta di sette negozi ed edifici che sono stati deturpati”, ha detto Bart de Koker, portavoce della polizia locale di Gand. “Abbiamo chiesto alla città di Gand di rimuovere i graffiti”.

Gli attivisti hanno lanciato slogan come “Non fare acquisti mentre cadono le bombe” e hanno affermato che le aziende prese di mira vendevano prodotti che avrebbero finanziato la guerra a Gaza. ultime notizie Secondo quanto riferito, il gruppo d'azione Antifa Ghent ha distribuito un avviso di colpevolezza. “Il genocidio è finanziato da molte catene e negozi internazionali che vendono marchi per Israele come Nespresso, Snipes, Tommy Hilfiger, Fnac, Zara, H&M, J&D Sports, Inno, Foot locker, Kruidvat… e ne traggono beneficio direttamente o indirettamente. “Indiretto alla guerra”, dicono gli attivisti.

La lettera continua: “Chiediamo allo Stato belga di essere coraggioso, proprio come il Sudafrica, e di ritenere Israele responsabile davanti alla corte internazionale. Chiediamo ai marchi e ai negozi di smettere di sponsorizzare la morte dei palestinesi”.

La Procura ha avviato un'indagine giudiziaria e cercherà di identificare i colpevoli, ha affermato la Procura delle Fiandre Orientali. La polizia locale sta indagando su chi ha dipinto e scritto gli slogan e ha preparato un rapporto di vandalismo per ciascun edificio interessato.

Jeroen Desmecht – una delle facciate sfigurate di Gand.
READ  Il cancelliere di Harvard si scusa dopo la vaga risposta alla domanda se l'antisemitismo è tollerato all'università | al di fuori