QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La metà delle e-mail contiene tracker invisibili che possono raccogliere dati sulla posizione, tra le altre cose | Tecnica

I pixel di tracciamento sono parti di codice nascoste nei messaggi di posta elettronica come un’immagine invisibile. Una volta aperta tale e-mail e caricata l’immagine, il mittente riceve molte informazioni. Da dove ti trovi, su quale dispositivo hai aperto l’email a quante volte hai aperto l’email e quali link hai cliccato. I profili degli abbonati possono essere creati con questo. Informazioni utili per gli inserzionisti.

Proton Mail ha recentemente integrato una funzione nella sua app per iPhone che disabilita automaticamente quei tracker. Lo sviluppatore ha effettuato un conteggio anonimo della frequenza con cui questa funzione è stata attivata. In totale, i “pixel di tracciamento” sono stati bloccati 177 milioni di volte o la metà di tutte le e-mail. Sarà il più grande studio mai realizzato sui tracker di posta elettronica.

“I pixel di tracciamento sono un modo molto invadente per raccogliere più informazioni personali sulle persone senza il loro consenso per le società di marketing”, afferma Andy Yen. È il CEO e fondatore di Proton, La società dietro Proton Mail e altri servizi Internet rispettosi della privacy. “È come se qualcuno ti guardasse sempre alle spalle per tenere traccia di quando apri e leggi un’e-mail. Questo tipo di monitoraggio è inaccettabile.”

READ  I fan di Bitcoin (BTC) fanno cadere il FUD documentario dopo il famoso tweet di Elon Musk »Crypto Insiders