QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La NASA mette 4 persone senza sosta in una simulazione su Marte per un anno

La NASA mette 4 persone senza sosta in una simulazione su Marte per un anno

Il volo spaziale non è solo una cosa. Sì, se sei un turista che immerge il dito del piede nello spazio, il viaggio nello spazio è probabilmente molti giorni, a volte settimane e forse anni nel futuro. La NASA ha in programma di indagare sull’impatto di Marte sugli esseri umani, ma come si fa? L’agenzia spaziale decide di rinchiudere quattro persone in una simulazione di Marte per vedere se riescono a sopportare lo stress di visitare il pianeta.

Simulatore di Marte

I quattro sono in carcere dal 25 giugno e vivono da un anno in un container stampato in 3D. Le uniche persone in giro sono le tre con cui stanno facendo questa ricerca. La simulazione di Marte si trova a Houston, dove si trova il Johnson Space Center della NASA, e l’idea è che le persone impareranno a conoscere le sfide psicosociali che dovranno affrontare quando andranno su Marte. Non solo il Pianeta Rosso presenta le sfide necessarie, ma anche il viaggio è piuttosto intenso e richiede molti mesi. In più: sei molto lontano da casa e questo ti colpisce anche psicologicamente, come abbiamo potuto immedesimarci in The Martian.

Il programma della NASA si chiama Chapea, ma la domanda è se sarebbe facile simulare correttamente una cosa del genere. Su Marte non puoi chiudere la porta dietro di te e andartene, il team sulla Terra può farlo ora, anche se ovviamente non è desiderabile. Ma sì, le quattro persone non hanno alcun contatto diretto con il mondo esterno, a parte chiamare Mission Control (che è ritardato di 20 minuti) e la possibilità di registrare (e ricevere) videomessaggi ad amici e familiari. Tutto ciò che vedono “fuori” è la terra rossa che conosciamo da Marte (ed è tutto ciò che sappiamo, perché è tutto ciò che c’è sul pianeta). Niente piante, niente animali, niente acqua in vista: solo terra rossa senza vita.

READ  AMD Threadripper: ora solo CPU Pro, linea 5000WX ancora disponibile separatamente quest'anno

iss

Non sembra una festa, ma è un’esperienza divertente. Inoltre, i quattro possono uscire, cioè un paio di volte alla settimana per camminare su Marte (in tute spaziali). Inoltre, l’alloggio è in qualche modo simile a una normale casa per studenti: i mobili sono una specie di IKEA, ognuno ha la propria piccola stanza (l’area dell’intero edificio è di 158 metri quadrati) e c’è una specie di soggiorno e altro ancora. I bagni dovrebbero essere condivisi, così come la palestra, lo spazio di lavoro e, naturalmente, la cucina. Questo di per sé è davvero intenso per alcune persone, per non parlare del fatto che devi anche ricordare che sei su Marte e non ti è permesso parlare con nessun altro.

Non è che debbano annoiarsi tutto il giorno: possono avere le stesse cose degli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale, per esempio. Oltre alle passeggiate nello spazio, devono, ad esempio, coltivare piante (alcune nature morte nel birrificio), fare esercizio fisico, pulire e fare ricerche. Vengono fatte anche molte ricerche sull’equipaggio per vedere come stanno andando bene in termini di salute. Si spera che duri a lungo: c’è stato un esperimento simile nel 2018 in cui le persone sono state “rilasciate” quattro giorni dopo che qualcuno aveva ricevuto una scossa elettrica.

saluti

È davvero interessante vedere come le persone reagiscono a questo. Immaginiamo immediatamente una sorta di situazione aliena con un gruppo di persone lasciate insieme in un’astronave. E pensare che le persone che affrontano questo esperimento hanno anche molta facilità rispetto alle persone che presto dovranno essere su Marte, dove la vita è più difficile e quindi non puoi semplicemente uscirne. Tuttavia, non è certo un compito facile: poche persone probabilmente lo sopporteranno così bene. Quindi sono comunque eroi, soprattutto perché possono significare molto per gli altri terrestri.

READ  Il chatbot AI di Anthropic può ora elaborare 75.000 parole in una singola conversazione - Professionista IT - Notizie

Laura Jenny

Quando non fa clic, sta viaggiando nel meraviglioso mondo dell’intrattenimento o in un posto meraviglioso nel mondo reale. Mario è l’uomo della sua vita…